BELLARIA PONTEDERA 63 CHIESINA BASKET 61

Tabellini DON CARLOS: Salani 0 Moroni 13 Mucci 0 Rivi 7 Duccini 2 Sanìtacroce 14 Parrini 11 Puccinelli 0 Bertuccelli 11 Guerra 3 Bettarini 0
Parziali: 21/21 17/17 19/12 6/11
Cronaca: Dopo i primi due quarti di assoluta parità, a metà del terzo, una fortunosa tripla allo scadere dei 24” di Ruberti apre ad un piccolo margine di vantaggio che Bellaria riesce a tenere sino allo scadere 57/50.
L’ultimo quarto inizia con una tripla di Guerra a 9’15” mentre Bellaria non trova più il canestro ed ottiene soltanto un punto da un libero di Ruberti a 7’32”. È una fase di gioco in cui ci sono molti errori, i protagonisti sono stanchi ed annebbiati ma entrambi gli allenatori non cambiano. Il Don Carlos riesce a far andare in bonus il Bellaria molto presto, ma dalla lunetta, inizialmente, non arrivano molti punti sino a che non si presentano Santacroce che ottiene un 1/2 a 3’29” ed un 2/2 a 3’02” e Moroni che a 2’52” impatta 58/58. Per vedere muovere il tabellone dalla parte di Bellaria occorre arrivare a 1’58” quando si presenta in lunetta il Pivot Vannini che realizza soltanto il secondo e nell’azione seguente Parrini mette il suo imprinting alla gara con una tripla a 1’44 dal termine per il 61/59, sarà questo il nostro ultimo canestro, ma al momento ancora non lo sapevamo ahinoi, il + due dura un attimo perché Manfredini segna dalla media a 1’29” i suoi unici punti ed i soli due punti arrivati dal campo per il Bellaria nell’intero quarto. Ci ritroviamo sul 61 pari con la palla in mano a 51” grazie ad un primo recupero prodigioso di Moroni che di nuovo serve Parrini per il suo tiro da 3 ma stavolta la fortuna si volta dall’altra parte ed ora il jolly ce l’ha Bellaria che ha la possibilità di giocarsi l’azione con una discrepanza di 13” rispetto al tempo mancante, ma è ancora Moroni ad intercettare la palla, il Don Carlos gioca come ha giocato in tutto il quarto, cerca il contatto falloso sfruttando la favorevole situazione di bonus ma stavolta l’arbitro non vede alcun fallo e così Ruberti può scattare in contropiede ma pure lui sbaglia il canestro e quando tutti aspettavano i supplementari, l’arbitro di coda posto dinanzi alla panchina più lontana fischia un contatto ignorato dal suo collega sottocanestro. Quindi Ruberti ha la possibilità di chiudere la gara con due liberi ma per essere certi dell’esito Moroni pensa bene di prendersi un tecnico così Minuti realizza il penalty, poi un Ruberti sollevato dalla responsabilità sbaglia il primo e realizza il secondo. A 2 decimi è rimessa nostra ed il tentativo di Parrini di passaggio a Santacroce liberissimo sottocanestro, si infrange sul ferro consentendo al pubblico di Pontedera di esultare.
Commenti: partita giocata con il cuore, un ultimo quarto che ci ha rimesso in carreggiata, peccato per l’esito ma bisogna essere fieri. Bravi comunque.
Il basket è uno sport che ha mille sfaccettature, il suo bello è proprio questo, ad ogni fischio c’è sempre una componente insoddisfatta, gli arbitri sbagliano, è umano e scontato, e da qualunque sponda la guardi, sbagliano sempre a pro dell’altra, questo per dire che non amo i capannelli intorno a due ragazzi che fanno del loro meglio per portare avanti una partita e men che meno le minacce e le illazioni. Io preferisco guardare i numeri e vedo che ci sono mancati i punti nella posizione di Playmaker ( Salani 12 Min 0 Pts – Mucci 8 Min 0 Pts – Duccini 17 Min 2 Pts – Puccinelli 19 Min 0 Pts) poi vedo che il quintetto iniziale ha realizzato 45 punti con 120 minuti di impiego mentre la panchina ha portato 16 punti in 80 minuti e poi… Santiddio 11/28 ai tiri liberi equivale al 39% si avete letto bene 39%.... Adesso abbiamo davanti a noi le due prime della classe, Sabato il Valdicornia e Mercoledi il Cus Pisa.
Cerchiamo di farsi trovare preparati

Dino Dinelli
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento