Header Ads

Bassi: carichi dopo una vittoria importante, ma occhio ad abbassare la guardia”


Ultimo impegno della prima fase per la San Giobbe Chiusi che affronterà Golfo Piombino nel recupero della tredicesima giornata. La partita, inizialmente prevista lo scorso 28 febbraio, era stata rinviata per problemi legati al Covid nella squadra livornese, fermata dalla asl di riferimento. Momenti diametralmente opposti dunque per le due compagini, con Piombino che gioco forza arriva da quasi due settimane di stop e Chiusi che invece si è allenata regolarmente e ha giocato, vincendo il big match di sette giorni fa a San Miniato. “Piombino è già al secondo stop per Covid, erano in un ottimo momento due settimane fa e adesso è difficile dire in quali condizioni siano, come e quanto si siano allenati – le parole di Coach Bassi in conferenza stampa. Sicuramente, rispetto alla partita che dovevamo giocare il 28 febbraio, recupereranno Venucci che è un giocatore molto importante; arriveranno al completo e questo vuol dire una squadra con un roster di vertice. Venucci è un giocatore di grande spessore, di grandi doti offensive e sostanzialmente è un po’ il leader tecnico di Piombino. Credo che la sua assenza sia stata molto pesante per loro e il fatto che rientri sicuramente darà più fiducia a tutti e aumenterà in maniera decisa l’impatto della qualità degli altri giocatori. Chiaramente tornando a disposizione il playmaker, che è quello che innesca gli altri, i vari Eliantonio, Turel, Persico, Mazzantini, ma tutti in generale troveranno giovamento. Sarà una partita molto complicata. Ho sempre messo Piombino come una delle squadre favorite del nostro girone; i problemi legati al virus hanno condizionato il loro rendimento, hanno iniziato il campionato senza aver fatto la preparazione quindi è normale che abbiano avuto delle difficoltà dalle quali non è sempre semplice uscire. Nelle ultime partite stavano giocando come tutti ci aspettiamo da loro”. Come detto, l’ultima uscita della San Giobbe è stata più che positiva. Sono infatti arrivati i due punti al termine di una vera e propria battaglia come quella con la Blukart. “Arriviamo a domenica carichi e vogliosi, anche se contro Piombino sarà una partita complicata dal punto di vista mentale – spiega Bassi. Una vittoria importantissima e molto prestigiosa come quella di domenica scorsa dà tanto entusiasmo, ma dobbiamo stare concentrati perché il tanto entusiasmo è l’anticamera della poca concentrazione. Quello che abbiamo lo abbiamo sempre ottenuto con il lavoro e con l’umiltà. Queste devono essere le due parole che ci contraddistinguono e lo dovranno fare anche domenica. La nostra è una squadra matura quindi deve sapere che domenica sarà una partita importante contro una squadra forte. Dovremo faticare, ci metteranno in grande difficoltà e quindi dovremo rispondere con le nostre armi che non sono mai state il grande talento e il giocare facile, ma difendere dando tutto, muovendo i piedi, combattendo a rimbalzo e cercando di giocare insieme il più possibile in attacco. Dovremo non soffrire troppo i loro centimetri, hanno giocatori importanti sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista qualitativo. Cercare di sopperire con il lavoro difensivo di squadra il grande talento che loro hanno in attacco. Mentre nelle ultime partite la gestione del ritmo era importante perché giocavamo contro squadre che volevano questo, domenica dovremo essere noi la squadra con ritmo. Il nostro sport è una catena, se non sei bravo sul lato forte il lato debole anche se è pronto va in sofferenza. la chiave come sempre sarà avere una grande continuità in difesa cercando di sporcare un po’ le loro qualità offensive e cercare di contestare quanti più tiri possibile”. Solo otto minuti nella partita esterna con la Blukart per Bortolin, che paga di sicuro una condizione ancora non ottimale. “Con Matias dobbiamo avere pazienza, è normale che sia un po’ sulle montagne russe come rendimento – spiega il Coach della San Giobbe. La prima volta che è entrato in campo aveva anche dato qualcosa. Ho provato a rimetterlo dentro a inizio terzo quarto e invece ha fatto delle ingenuità, ma non era semplice per lui giocare contro una squadra come San Miniato. Poi dopo non me la sono più sentita di metterlo, ma quella è stata una mia scelta”. Altro focus sullo stato di forma della squadra, che si è allenata bene nonostante i carichi da smaltire. “Abbiamo lavorato bene, siamo carichi. Veniamo da una partita nella quale abbiamo speso tantissimo, c’è stata una settimana di tempo per recuperare ma stiamo bene”. Tra i migliori nell’ultimo periodo di sicuro Mei, che anche a San Miniato a sfoderato una prestazione super. “Nicola credo stia facendo vedere a tutti che tipo di giocatore è. Spesso poco premiato dalle statistiche perché fa tante piccole cose utili alla squadra che sul tabellino non vanno. Mi aspetto che continui a fare Nicola Mei, grande continuità, grande intensità, esperienza qualità e poi è veramente uno dei nostri collanti a livello umano”. In caso di vittoria con Piombino Chiusi staccherà il pass per la Final Eight di Coppa Italia. “Intanto dobbiamo arrivare alla coppa, quando e se ci arriveremo ci porremo le domande necessarie – conclude Bassi. C’è uno scoglio da superare e non è uno scoglio piccolo quindi vediamo, anche se qualcuno ha provato a dire che siamo già qualificati”.

San Giobbe Basket Chiusi

Nessun commento

Powered by Blogger.