Header Ads

A Cesena serve il miglior Golfo


Partita bivio per entrambe le squadre, con il ricordo dei playoff di due anni fa
Cesena evoca bei ricordi ai tifosi piombinesi, una semifinale playoff nel 2018/19, massimo risultato raggiunto in B, col Palatenda straboccante e un tifo da serie A, ma anche qualche piccola amarezza, piccola perché il Cesena di allora era una super squadra, con Brkic, Raschi, De Fabritiis e ciò rese meno amaro l’epilogo. Un Piombino che avrebbe sicuramente meritato almeno gara quattro, che però gli fu scippata dal canestro di Brkic, dopo rimbalzo offensivo all’ultimo secondo di gara a Cesena. Di quella sfida rimangono, dalla parte dei gialloblu, Persico, Bianchi e Mazzantini, che sicuramente un pensierino a vendicare quello scippo lo faranno, dall’altra, i due play Battisti e Trapani, Frassineti e Dagnello. Ma di quei fasti, con le due squadre ai vertici della categoria, rimane solo il ricordo e oggi le due squadre lottano nelle zone medio basse della classifica, ma almeno per quanto riguarda il Basket Golfo, non certo e non solo, per propri demeriti. Oggi il Golfo cerca un impresa a Cesena, per lasciare accesa una fiammella di speranza per i playoff, l’ultima, perché un eventuale sconfitta, la spengerebbe quasi completamente. Ma, più in basso dei sogni, c’è la dura realtà, che vede Piombino costretto a vincere anche per evitare la lotteria dei playout, perché due sole vittorie potrebbero non bastare per la salvezza diretta. Anche per Cesena, partita chiave, infatti, con la non facile trasferta di Livorno all’ultima giornata, le speranze di playoff dei romagnoli, si puntano quasi tutte su quest’ultimo match casalingo. La partita con Cesena è pericolosa, perché dal punto di vista tattico, per certi versi, ricalca quella di Faenza, che non ebbe un buon esito per i colori gialloblu. Infatti, come nella precedente trasferta romagnola, Piombino incrocia una squadra fisicamente fortissima, con i 207 cm di Pavicevic, i 206 di Agostini, i 203 di Alessandrini e seppur sotto i due metri, due giocatori che fanno della fisicità il loro marchio, Dell’Agnello e Chiappelli. Piombino dovrà quindi far tesoro dell’esperienza di Faenza e trovare la chiave per limitare lo strapotere fisico avversario, ma dovrà stare anche attento ad un reparto esterni, che pur rendendo pochissimo nel tiro da fuori in questa stagione, ha giocatori che negli anni passati hanno dimostrato di saperlo fare, come Dagnello, Terenzi, Frassineti e Battisti. Le parole di coach Cagnazzo per introdurre questo delicato match: “Partita importantissima per tutte le due squadre, perché chi porterà a casa la vittoria farà un bel passo in avanti verso i propri obiettivi. Noi siamo consapevoli delle difficoltà che andiamo ad affrontare e sappiamo che tutte le nostre possibilità di vittoria partiranno dall’intensità che sapremo mettere in campo e quindi dalla capacità di limitare difensivamente tutte le loro bocche da fuoco e la loro fisicità. Vogliamo andare a Cesena a disputare la nostra miglior partita della stagione e a conquistare i due punti.” Le due squadre scendono in campo alle ore 18.00 agli ordini dei signori Ragionieri Marco e Zaniboni Francesco di Bologna.

Stefanini Stefano (ufficio stampa Basket Golfo)

Nessun commento

Powered by Blogger.