Header Ads

Il Gas and Heat domina Gara 1 della semifinale e si porta sull' 1 - 0


GAS AND HEAT CUS PISA - VISMEDERI COSTONE 82 -59 (Parziali: 24-10, 35-26, 64-41)
GAS AND HEAT CUS PISA: Fiorindi 8, Benini 17, Italiano 15, Siena 7, Lazzeri Al. 7, Lasala 6, Lazzeri An.4 , Quarta 11, Giannelli 3, MangonI 2, Giovani 2, Mariotti,. All. Angiolini
VISMEDERI COSTONE: Ceccarelli 6, Juliatto 11, Bruttini 22, Ondo Mengue 4, Pinna, Lucas Silveira 9, Angeli 4, Bonelli, Ricci 2, Ciompi 1, Tognazzi ne, ne, Falsetti ne. All. Braccagni
ARBITRI: Panelli e Pierallini
Grande prestazione per il Gas and Heat Cus Pisa che si aggiudica, grazie ad una prestazione super, il primo round della semifinale contro Costone Siena. L'unico rammarico per i padroni di casa di non aver potuto condividere questa bella prestazione con il proprio pubblico dovendo, per motivi di sicurezza giocare ancora a porte chiuse, privando gli appassionati pisani di un grande spettacolo, come non lo si vedeva a Pisa da molto tempo. Si perchè questo gruppo di ragazzi che ha scelto di condividere questa esperienza per amicizia e per amore della propria città sta davvero facendo cose straordinarie. E sin dalle prime battute si è vista come la voglia di vincere e di continuare a sognare degli universitari si trasformasse in energia positiva da mettere in campo di fronte ad una squadra, considerata da molti addetti ai lavori come quella più in forma e più accreditata alla vittoria finale di questo campionato. Una squadra, allestita proprio per raggiungere questo traguardo, che vanta giocatori importanti quali Bruttini (ancora una volta top scorer dell'incontro con 22 punti), Ceccarelli, Juliatto, Ondo Mengue, Pinna, Lucas Silveira e Tognazzi (assente nell'occasione). L'avevamo anticipato in sede di presentazione del match : il Cus ha dalla sua le qualità tecniche ed umane per poter vincere a condizione di mantenere l'intensità della propria azione costante durante tutto l'arco dei 40 minuti: E così è stato. Dopo una partenza fulminante dei padroni di casa che chiudevano il primo quarto con 14 punti di vantaggio (24-10), gli ospiti accennavano una timida reazione aumentando l'intensità difensiva soprattutto sui portatori di palla pisani riavvicinandosi fino al meno 8 con il quale si và all'intervallo lungo (35-26). Ma alla ripresa del gioco il Cus piazza un altro allungo che "taglia le gambe" agli avversari, chiudendo il terzo quarto sul 64-41 e raggiungendo nell'ultimo tempino anche il + 29. Vantaggio che non si dilata ulteriormente poichè coach Angiolini decide, giustamente, di far riposare i suoi uomini migliori. Ancora una volta è emersa la forza del collettivo gialloblù impreziosito da individualità importanti. A partire da Andrea Italiano davvero irresistibile nel tiro da fuori e nelle sue scorribande in area avversaria, da Luca Benini dominante sotto le plancie, a Francesco Fiorindi che ha ripreso a "ballare" in campo come nei suoi giorni migliori, a capitan Luca Siena tiratore micidiale. Ma una segnalazione speciale meritano anche "Angelino" Lasala, Ludovico Quarta ed i fratelli Andrea ed Alberto Lazzeri che hanno lottato come leoni sotto canestro. Ed ancora Lorenzo Mangoni e Cristian Giovani sempre pronti quando chiamati in causa dal coach. Così come i giovanissimi Jacopo Giannelli (autore di una bomba da tre punti) e Giosuè Mariotti, nati sotto la Torre pendente e cresciuti a pane e basket. Ma la gioia per questa bella vittoria è destinata a durare lo spazio di poche ore poichè da domani coach Angelini dovrà aiutare i suoi ragazzi a resettare tutto, preparando gara 2 ( in programma al PalaOrlandi di Siena mercoledì prossimo alle ore 21.00) che si preannuncia come una vera e propria battaglia contro una squadra che, ne siamo certi, farà di tutto per evitare una clamorosa eliminazione. Ancora una volta ci vorrà una prestazione super, tanta concentrazione ed un'intensità costantemente distribuita nell'arco di tutti i 40 minuti di gioco. Forza ragazzi !

Cus Pisa Basket

Nessun commento

Powered by Blogger.