Header Ads

Una Blukart stoica si arrende nel finale alla classe di Chiusi


Blukart Etrusca San Miniato - Umana San Giobbe Chiusi 64 - 66
Blukart: Carpanzano 11, Bellachioma 6, Neri 16, Lorenzetti 6, Santini ne, Ciano ne, Ermelani ne, Regoli 2, Benites 9, Capozio 3, Quartuccio ne, Tozzi 11. All. Barsotti Ass. Carlotti, Miniati e Latini
Chiusi: Criconia 6, Fratto 7, Mihales ne, Nespolo ne, Zanini, Berti 7, Bortolin 12, Carenza 2, Pollone 6, Mei 3, Raffaelli 18, Minoli 5. All. Bassi
Parziali: 9 - 13, 27 - 32, 51 - 38, 64 - 66
Arbitri: Fulvio Grappasonno e Simone Settepanella di Lanciano
Una Blukart stoica si arrende solo nel finale a Chiusi, dopo un secondo tempo giocato ad un ritmo infernale. La squadra di coach Barsotti si presenta alla sfida con Quartuccio e Santini fermi ai box, assenze che vanno ad aggiungersi a quella di Caversazio, ma impostano una gara di altissimo livello in fase difensiva, in un primo quarto nel quale concedono solo 13 punti agli avversari, con il primo quarto che si chiude sul 9 a 13. Nel secondo quarto Chiusi trova il massimo vantaggio della gara sul 13 a 23, grazie a Bortolin e Fratto, ma l'Etrusca riesce a reagire prima dell'intervallo grazie ad un Tozzi ispiratissimo, Bellachioma e Benites, riuscendo così a chiudere sul meno 5, sul 27 a 32, all'intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi arriva il capolavoro Etrusca: Carpanzano, Benites e Neri, top scorer dei suoi con 16 punti a fine gara, riescono ad annichilire la difesa di Chiusi e la Blukart ribalta la gara con un 18 a 0 terrificante, con gli ospiti che sprofondano a meno 13 all'inizio dell'ultimo quarto. Nell'ultima frazione Chiusi trova in Raffaelli il giocatore chiave per riprendere l'inerzia della gara: l'esterno chiusino, top scorer del match con 18 punti, prende per mano la squadra segnando da tutte le posizioni e riesce ad impattare la gara a due minuti dalla fine, di fronte ad una Etrusca a corto di energie fisiche e mentali, con anche Carpanzano costretto ad uscire per infortunio. È ancora Raffaelli a trovare il canestro decisivo a trenta secondi dalla fine, con il tiro di Lorenzetti all'ultimo secondo che sbatte sul ferro e sancisce l'accesso alla finale per Chiusi. Per San Miniato invece finisce una stagione che entrerà nella storia della società, con una semifinale playoff raggiunta, con un gruppo di ragazzi straordinario, salutato finalmente dal pubblico tornato al Fontevivo e dagli avversari che con un bellissimo gesto hanno lasciato una passerella di onore agli sconfitti. "Abbiamo perso contro una squadra che ha dimostrato per tutta la serie il suo grande valore, una squadra ben costruita, ben allenata e con spirito vincente come poche ho visto in questi anni di serie B" le parole di coach Federico Barsotti a fine gara "Per noi si chiude una stagione incredibile: questi ragazzi in queste due stagioni sono stati straordinari, mostrando sempre in campo tutto il loro valore sportivo e umano ed è stato un piacere allenare ragazzi così. Porterò questa squadra nel cuore per tutta la vita ed è stato bello rivedere il pubblico al Fontevivo a dare il meritato applauso a questi ragazzi. I sinceri complimenti dei nostri avversari a fine gara mostrano che lo spirito Etrusca è ormai riconosciuto da tutti nell'ambiente e questo è grande motivo di orgoglio per tutti noi. Voglio ringraziare di cuore tutti quelli che hanno permesso questa splendida avventura a partire dalla società che ci ha permesso di costruire tutto questo, il mio staff che è fatto di professionisti straordinari in campo, con un cuore immenso dentro e fuori dal campo, e un grande grazie a tutti quelli che sono stati vicino a questi ragazzi in queste due stagioni difficili per mille motivi esterni. Un ringraziamento speciale va al nostro dottore Lorenzo Caponi che ha avuto un ruolo fondamentale in questa stagione. Grazie di cuore a tutti.".

Etrusca Basket San Miniato

Nessun commento

Powered by Blogger.