Header Ads

Iniziata la nuova stagione della Endiasfalti Agliana!


Volti nuovi, volti noti, ma stessa adrenalina. È questa l’aria che si respira al raduno della Pallacanestro Agliana in previsione della stagione 2021/22. Un’estate, quella appena trascorsa, segnata da un profondo cambiamento all’interno del roster e dello staff tecnico, ma che non ha minimamente smosso la voglia di far bene della società neroverde. La Endiasfalti Agliana si presenta al raduno con tre pedine nuove di assoluto spessore come Zeneli, Tommei e Nesi. Oltre a loro, l’under Chiti e qualche aggregato dal settore giovanile. Oltre ai riconfermati Nieri, Zita, Covino e Razzoli. La strada che separa la truppa di coach Mannelli all’esordio in C Gold del 3 ottobre è ancora lunga. Ed è proprio per questo motivo che lo staff tecnico neroverde ha organizzato ben sei amichevoli nei quaranta giorni mancanti all’avvio ufficiale della stagione. Le gare si terranno in data 4, 11, 15, 18, 22, 24 settembre ed andranno a ricoprire quello che sarebbe stato il ruolo di pre-season della posticipata Coppa Toscana. A parlare della nuova stagione e del nuovo percorso è il confermatissimo coach della Endiasfalti Agliana, Tommaso Mannelli: «Imposteremo le prime due settimane di lavoro concentrandosi tanto sulla parte fisica fino al 4 di settembre, quando faremo la prima uscita a San Miniato (serie B) dove proveremo a guardare a un livello base cosa riesce a fare la squadra in questa sua nuova forma. Poi integreremo pian piano sempre di più la parte tecnica fino al 24, giorno dell’ultima amichevole contro la nuova Montecatini. Da lì in poi inizierà il nostro programma di allenamenti standard in vista del campionato». «Sino a qui è stato fatto il possibile per sostituire i giocatori che non ci sono più e ci siamo mossi in maniera mirata - prosegue Mannelli -. Adesso puntiamo tutto su giocatori under e su eventuali occasioni che potrebbe presentare il mercato. La società ha fatto un grande lavoro ed ha l’ambizione, ripartendo da subito, di costruire un gruppo solido che possa garantire un triennio di alta classifica. Per fare questo dobbiamo partire pensando a noi stessi e concentrandosi su quelle che sono le caratteristiche da sviluppare dei nostri singoli. Il nostro lavoro comincerà da subito e dobbiamo impostarlo con serenità dato che sappiamo che la società alle nostre spalle ci supporta e condivide questo percorso insieme a noi». «Quest’anno torneremo a fare un campionato lungo e sarà dunque interessante vedere come le squadre decideranno di affrontarlo - commenta il tecnico sulla ritrovata formula classica della C Gold -. Abbiamo degli avversari di assoluto livello ma, come detto, noi dobbiamo pensare alla nostra strada ponendoci dei piccoli traguardi. Credo sarà curioso vedere la forma che le squadre avranno in due momenti chiave della stagione: l’inizio e la fine. La stagione di Agliana sarà divisa in due parti che saranno sì scandite da girone di andata e di ritorno, ma anche dal rientro di Tuci. Francesco è per noi una pedina fondamentale e fino ad allora dovremo lavorare per far sì che il nostro gioco emerga al massimo con i ragazzi che abbiamo che sono di grandissimo valore e talento. Ma lui ci mancherà».

Pallacanestro Agliana 2000

Nessun commento

Powered by Blogger.