Header Ads

Serie D: Cestistica Pescia travolta dai Frogs in palla


Poteva essere una partita alla portata della Cestistica Pescia, ma ieri, domenica 14 novembre, è stata una serataccia per i giovani pesciatini che non hanno mai trovato il bandolo della matassa, incassando una sconfitta netta, frutto di una serata infelice al tiro e di una difesa non sempre ermetica e compatta. Un inaspettato passo indietro dal punto di vista della qualità del gioco della squadra di coach Bruno Ialuna che a fine partita ha detto «Non possiamo affrontare un campionato con questa mentalità. La partita di stasera deve farci crescere e aiutarci a ritrovare la giusta mentalità» Questa la sintesi di una gara che si sapeva difficile per i padroni di casa, contro quei Frogs di Castelfranco, dell’ex Andrea Bellandi, compagni di banco in fondo alla classifica, anch’essi con una sola vittoria all’attivo e con tanta voglia di assaporarne un’altra. Una prestazione da dimenticare sotto tutti i punti di vista da parte dei giovani pesciatini, che non entrano mai in partita permettendo a Castelfranco di prendere il largo fin da subito e che, con il trascorrere dei minuti, si è trasformata in vero e proprio disastro che ha consentito agli ospiti di chiudere il primo tempo con 24 lunghezze di vantaggio e controllare totalmente la sfida fino al + 27 finale. Non cerchiamo attenuanti a giustificare una tale disfatta e non vogliamo assolutamente appigliarci al fatto che sono una squadra giovane, con poca esperienza e fisicamente più acerba. Alla loro prima avventura lo scorso anno, questi soliti ragazzi hanno dimostrato di saperci stare eccome in un campionato senior, vincendo partite anche più impegnative di quella di ieri e centrando i playoff e, quest’anno, pur incassando una solo referto rosa, hanno comunque tenuto testa e fatto sudare squadre sicuramente più rodate come, Valdicornia e Calcinaia. E non vogliamo nemmeno fare appello ad un arbitraggio con poca dimestichezza in questi campionati. Non ci sono scusanti plausibili, dobbiamo solo cospargerci il capo di cenere e imparare da questa brutta esperienza per migliorarsi nell’approccio alle partite che devono essere tutte, nessuna esclusa, affrontate con impegno e determinazione. La società rossoverde ha riposto in questi giovani promettenti ragazzi estrema fiducia, ha deciso di investirvi per portare alto il nome della Cestistica Audace Pescia riconoscendo in tutti loro grandi potenzialità, li ha lanciati in un campionato senior per farli crescere, per dar loro visibilità e perché no, opportunità. E di soddisfazione ce ne hanno data provocando in tutti noi forti emozioni, quando li abbiamo visti in campo gettare il cuore oltre l’ostacolo, giocare a viso aperto, senza alcun timore, contro quotatissimi avversari che a fine partita si sono anche complimentati con loro. Ieri niente di tutto questo e la delusione al PalaBorelli è stata tanta, le sconfitte ci possono stare, ma così è inaccettabile e vogliamo credere, e sperare, che sia capitata una giornata storta come può succedere a tutti coloro che respirano. Una giornata che non deve ripetersi, anche per le tante persone che la domenica pomeriggio vengono al palazzetto per sostenere ed incitare questi ragazzi che ora più che mai hanno bisogno del loro meraviglioso pubblico al quale ieri, a fine partita, Ialuna ha rivolto il suo primo pensiero dicendo «Ci scusiamo immensamente con il pubblico che ha dovuto assistere ad un pessimo spettacolo». Da domani di nuovo in palestra dove i ragazzi sono attesi per una settimana di duro lavoro in preparazione della prova del 9, sabato 20 novembre, in terra lucchese contro Libertas dove ci auguriamo di vedere l’altra faccia della Cestistica Pescia.
Tabellino: Alfieri 10, Lorenzi, Ulivieri, Mariottini 10, Sene Alioune 6, Tarzan 2, Teglia 1, Romoli 2, Ghera 15, Sodini L. 5, Sodini G. 6. All. Ialuna.

Cestistica Audace Pescia

Nessun commento

Powered by Blogger.