Header Ads

Una generosa Etrusca San Miniato cede nel finale nella trasferta di Alba contro Langhe Roero


S.Bernardo-Abet Langhe Roero – La Patrie Etrusca San Miniato 61-58
(10-17, 16-22, 15-12, 20-7)
S.Bernardo-Abet Langhe Roero: Antonietti 13, Perez 10, Danna 4, Castellino 9, Tarditi 11, Favali n.e., Cagliero, Cortese 5, Prunotto 9, Tiberti n.e., Cravero. All. Jacomuzzi, Vice Gaudio
La Patrie Etrusca San Miniato: Mastrangelo 8, Lorenzetti 4, Tamburini n.e., Ermelani n.e., Benites n.e., Candotto 17, Caversazio 7, Bellachioma 6, Quartuccio 6, Capozio 8, Tozzi 2. All. Marchini, Vice Regoli e Latini
Gara di alta classifica per l’Etrusca quella che si è disputata al Pala958Santero di Corneliano d’Alba, contro i locali di Langhe Roero. Se i sanminiatesi infatti si presentavano all’incontro da primi della classe (in coabitazione con Legnano e Vigevano) i langaroli li tallonavano a soli due punti di distanza. L’Etrusca è arrivata in Piemonte con capitan Benites indisponibile, a causa dell’infortunio al gomito patito nel turno precedente in casa contro la Sangiorgese, ed ovviamente si è trattato di un’assenza molto pesante. La partita non ha tradito le attese e si è dimostrata estremamente avvincente. Dopo un inizio di marca Langhe Roero, che si è materializzato nel 6-0 dopo un minuto e mezzo di gioco, l’Etrusca ha preso in mano la gara, ricucendo il divario (8-8 a due minuti dalla fine del primo quarto) e portandosi poi in vantaggio. Nonostante qualche errore di troppo in questa prima frazione i ragazzi di Coach Marchini sono stati bravi a limitare gli avversari con la loro solita difesa aggressiva ed asfissiante ed hanno chiuso la frazione sul 10-17. Nel secondo quarto l’Etrusca ha continuato a macinare il proprio gioco, ricalcando quanto fatto vedere negli ultimi due minuti del primo periodo ed ha allungato, approfittando anche dei problemi di falli di Antonietti e Perez che hanno costretto Coach Jacomuzzi a toglierli dal campo. Il vantaggio per l’Etrusca ha continuato a crescere fino alla fine del quarto, chiuso sul +13 (26-39). Le squadre sono andate negli spogliatoi con l’inerzia della gara nelle mani dell’Etrusca, ma anche con la consapevolezza che la partita fosse ancora lunga e tutta da giocare. Nel terzo periodo l’Etrusca ha continuato a spingere ed ha raggiunto il massimo vantaggio dopo un minuto e mezzo sul +18 (26-44), ma a questo punto i biancorossi iniziano a mostrare i primi segni di affaticamento: se le rotazioni erano già dall’inizio più limitate del solito per l’assenza di Benites, i problemi di falli di Lorenzetti e Tozzi le hanno ridotte ulteriormente. Langhe Roero ha piazzato in questa fase un parziale di 9-0, portando il punteggio sul 35-44 a quattro minuti dal termine della frazione e sul 41-51 alla terza sirena. Lo sforzo profuso dai giocatori dell’Etrusca nei primi tre quarti di partita per continuare ad esprimere la propria pallacanestro nonostante la limitatezza degli effettivi (al temine risulteranno ben quattro i giocatori di San Miniato con oltre 30 minuti di utilizzo, cosa alquanto inconsueta) si è fatto sentire tutto nell’ultima frazione, giocata dai ragazzi della Rocca sostanzialmente sempre in riserva. Nonostante la squadra di casa sia arrivata a -2 un piccolo parziale chiuso con la tripla di Candotto ha riportato l’Etrusca sul +8. Qui però, come già domenica scorsa, un passaggio a vuoto ha consentito ai piemontesi di trovare la parità a meno di due minuti dal termine (58-58) e di portarsi in vantaggio subito dopo con la bomba di Perez, che non verrà più recuperata, per il 61-58 finale. “C’è tanto rammarico per non essere riusciti a vincere questa partita, dopo aver sempre condotto ed essere stati in vantaggio anche di 18 punti – ha detto Coach Marchini a fine partita – La nostra è una pallacanestro molto dispendiosa che prosciuga energie sia fisiche che nervose. Non aver potuto contare su giocatori importanti per problemi di falli in certi momenti della gara ha reso il nostro compito più difficile ed ha fatto sì che arrivassimo all’ultimo quarto con poca benzina e poca lucidità. Detto questo però devo rilevare che già domenica scorsa contro la Sangiorgese avevamo mostrato difficoltà nel saper gestire l’ampio vantaggio accumulato. Questo è senz’altro un aspetto su cui dobbiamo porre più attenzione. Oggi nei momenti cruciali avremmo dovuto avere maggior personalità e coraggio nel prendere l'iniziativa in attacco e fare un piccolo sforzo in più in difesa per non concedere le triple che ci hanno condannato. Sono convinto che questa sia una di quelle sconfitte che possono aiutare a crescere e a prendere consapevolezza di ciò che serve. Di positivo resta la bella prestazione di alcuni giocatori che pur partendo dalla panchina sono stati bravi a mettere quel “qualcosa in più” per compensare assenze e difficoltà, ed il fatto di essere stati, nonostante tutto, in partita fino all’ultima azione di gioco." In virtù delle contemporanee sconfitte di Vigevano ad Empoli e di Legnano in casa della Sangiorgese, l’Etrusca resta in vetta della classifica. Oltre che con Legnano e Vigevano, il primo posto in graduatoria è ora condiviso anche con Pavia, Omegna e proprio Langhe Roero. Domenica prossima l’Etrusca affronterà al PalaFontevivo la Libertas Livorno, squadra molto attrezzata e attardata in classifica di sole due lunghezze. Sarà quindi un’altra sfida al vertice, stavolta però di fronte al pubblico biancorosso.

Etrusca Basket San Miniato

Nessun commento

Powered by Blogger.