Header Ads Widget

Gli u17 della Pallacanestro Empoli fanno copia ed incolla di un finale thrilling già visto


E vengono beffati ancora una volta negli ultimi 60 secondi da una fredda Juve Pontedera
Nella quarta giornata di campionato, la pallacanestro Empoli emoziona ancora una volta,fa sperare ed illudere, cerca in tutti i modi di arginare le difficoltà oggettive che la partita le pone davanti, purtroppo però la vittoria sportiva è ancora una volta degli avversari, in questa circostanza della Juve Pontedera.Quella morale, sotto tutti i punti di vista, però è dei giovani bianco/blu empolesi, che hanno dimostrato soprattutto in fase difensiva nei secondi 20 minuti carattere e grinta da vendere oltre ad un forte desiderio di vittoria che li ha spinti a crederci comunque fino in fondo nonostante una situazione di falli di squadra ben superiore ad un semplice livello di guardia accettabile.La tenuta mentale e caratteriale dall’inizio del campionato è in lenta e costante crescita, ci sono da smussare ancora diversi dettagli, ma sicuramente l’abnegazione e il massimo impegno nel migliorarsi negli aspetti tecnici di squadra ed individuale frutteranno per il capitano Cifone e soci anche i tanti agoniati successi sportivi che in questo moneto scarseggiano.Entrando nella cronaca del match, il team di coach Giusto dimostra di essere in palla mettendo fin da subito alle corde i padroni di casa del Pontedera, che subiscono un parzilae di 16-07 nei primi 10 minuti.Il 2° quarto vede gli ospiti smarrire la via del canestro, rimangono per molto tempo fermi a 17 punti, questo fa sì che la squadra pontederese lentamente ricominci a ricucire le distanze ed a portarsi in scia, ma fortunatamente i giovani empolesi nei minuti finali di frazione si destano e vanno al riposo sul +4 (23-27).La ripresa del gioco, è un calvario, quasi tutto lo starting five iniziale è carico di falli,pertanto riposo forzato per tutti, ma quelli che entrano non li fanno rimpiangere anzi tengono botta alle sfuriate dei locali che non hanno vita facile in attacco e così il team empolese chiude al 30° ancora sul +1 (36-37)L’ultimo quarto è da dentro o fuori, non si può più attendere, si riparte con il quintetto di inizio match,la spinta è quella giusta,si arriva al +4, si sfiora il +6 con una palla che velenosamente gira intorno al ferro per poi uscire,poi in rapida successione diversi atleti escono uno ad uno per 5 falli, il team ospite non demorde, chi subentra si butta su ogni pallone,siamo sempre avanti ma di poco,si arriva nei fatali e decisivi 60 secondi finali in parità,una doppia palla persa in attacco viene tramutata in un +4 dai freddi locali, che danno così la zampata decisiva al match in proprio favore,gli ultimi concitati secondi non fanno altro che sancire un +5 finale (53-48) per i pari età pontederesi.
CS PALLACANESTRO EMPOLI: Borrelli 7, Parilla 5, Manziano, Cifone 9,Profeti, Lapi 10, Pan 12, Bellomo 5, Verdiani. All.re I. Giusto

Ufficio stampa CS Pallacanestro Empoli

Posta un commento

0 Commenti