Header Ads Widget

Castelfiorentino – Cantini Lorano Srl Olimpia Legnaia 76 – 60


Match che metteva in palio 2 punti importanti quello al Palasport Nedo Betti di Castelfiorentino, dove la Solettificio Manetti Castelfiorentino e la Cantini Lorano srl Olimpia Legnaia hanno disputato il recupero del 14° turno di campionato, gara originariamente in programma il 5 gennaio e poi rinviata per i noti problemi legati al Covid-19. Dopo aver sofferto nel primo quarto, Castelfiorentino vince 76-60 e rilancia le proprie ambizioni in chiave playoff.
SERIE C GOLD TOSCANA – 14ª GIORNATA
Mercoledì 26 Gennaio 2022 @ PalaBetti di Castelfiorentino (FI)
CASTELFIORENTINO – OLIMPIA LEGNAIA 76-60
(22-28, 42-32, 58-48, 76-60)
ABC CASTELFIORENTINO Pucci 22, Terrosi 19, Scali 18, Corbinelli 9, Cicilano, Belli 5, Rosi 3, Viviani, Tavarez, Trillò, Lilli ne, Lazzeri ne. All. Betti Ass. Manetti e Calvani
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Gobbato 19, Nikoci 10, Guzzon 7, Scampone 7, Riboli 4, Baldinotti 6, Catalano 5, Nardi 2, Susini, Andrei, Mpeck, Mazzerelli ne. All. Zanardo Ass. Armellini e Di Giambattista
Parziali: 22-28, 42-32, 58-48, 76-60.
Arbitri: Corso di Pisa e Buoncristiani di Prato
È un basket spettacolare quello messo in mostra dall’Olimpia Legnaia nel primo quarto. I ragazzi di coach Zanardo giocano precisi, ordinati, spesso al limite dei 24 secondi, ma riescono comunque sempre a trovare tiri puliti, conclusioni logiche, canestri ben costruiti. Sono ben 28 i punti messi a segno dall’Olimpia in questa prima fase di gioco, frutto anche di 5 triple, di cui 2 di Guzzon. L’ABC Castelfiorentino, nelle cui fila militano gli ex Scali e Trillò, ha il merito di non demoralizzarsi e, soprattutto, di approfittare delle amnesie difensive di Legnaia: sono Pucci e proprio Scali, autori di ben 17 punti in due nei primi 10′, a creare tanti grattacapi agli uomini di Coach Zanardo. Ne esce fuori un bel 22-28 con cui si chiudono i primi 10 minuti di gioco. Nel secondo quarto Scali e Terrosi si prendono la responsabilità di guidare le iniziative dei padroni di casa, mentre Legnaia inizia a litigare col canestro: pochi tiri e, soprattutto, poca precisione per Baldinotti e compagni che non segneranno nemmeno un canestro dal campo nei secondi 10′. Ne approfitta l’ABC che prima impatta a quota 29 e poi mette la freccia, portando dalla sua parte tutta l’inerzia della partita. Quando, a 1’22” le squadre si fermano per un timeout, il tabellone segna 39-29. Tanti i meriti di Castelfiorentino, ma anche Legnaia ha le sue colpe. Squadre al riposo sul 42-32. Castelfiorentino nel secondo quarto ha letteralmente ribaltato la partita. Buon avvio di terzo quarto per Legnaia che a 8’30” va a canestro con Gobbato portando il divario a soli 8 punti: 42-34. Sono comunque Terrosi e compagni ad andare più facilmente a canestro. A metà terzo quarto coach Zanardo si gioca la carta Riboli nel ruolo di lungo, ma anche per il nuovo arrivato in casa Olimpia, è difficile riuscire a scalfire le maglie ben serrate della difesa a zona dell’ABC. Chi si mette in mostra in questa fase della gara è Baldinotti, bravo ad attaccare il canestro ogni volta che vede un piccolo varco nella difesa avversaria. A inizio quarto quarto Legnaia adotta una difesa più aggressiva e più alta. I risultati si vedono: divario ridotto a soli 6 punti, 60-54 a 6’40”. Tutto bene? Neanche per sogno: nel giro di 90″ Castelfiorentino piazza un parziale di 7-0 e si porta a 13 lunghezze di vantaggio. A 5′ dalla sirena tripla della staffa di Belli che, sul 70-56, manda in anticipo i titoli di coda al match. Legnaia infatti non ha più la lucidità per poter provare un recupero. Game over. Vince l’ABC 76-60. Il prossimo impegno dell’Olimpia Legnaia è fissato per sabato 29 gennaio, alle 18:00 a Montevarchi.

Olimpia Legnaia Basket Firenze

Posta un commento

0 Commenti