Header Ads Widget

Scotti, l'impresa non arriva ma la speranza si riaccende


Le biancorosse perdono sul campo della forte Virtus Bologna, ma lottano fino in fondo dimostrando una gran voglia di rialzare la testa e cercare la salvezza. Sabato prossimo con Sassari il match verità
Pensare di vincere su questo campo ed in queste condizioni era difficile ma, nonostante il pronostico venga rispettato dalla Virtus Segafredo Bologna che batte l'Use Rosa Scotti per 76-67, si ha la netta sensazione di una squadra che, nonostante tante difficoltà, ha ancora una gran voglia di dire la sua nella corsa salvezza. Le ragazze di coach Cioni giocano infatti una gran bella partita, non mollano mai se non nel finale quando i valori tecnici vengono fuori e, soprattutto, lasciano l'impressione di avere una faccia molto diversa rispetto a quella delle ultime gare del 2021, ovvero quella di una squadra che non ha perso nè la fiducia nei propri mezzi, nè la voglia di cercare una salvezza difficile sì, ma possibile specie se si gioca con la stessa voglia vista a Bologna. Il tutto tenendo presenti l'assenza di Williams per il problema alla caviglia e tre giocatrici che hanno recuperato dal Covid solo due giorni fa. Insomma, il segnale che arriva dal pianeta Scotti è forte e chiaro: c'è una gran voglia di rialzare la testa e cercare la salvezza. La Scotti parte forte e vola 0-5 con Rembiszewska e Jeune mentre, per il primo canestro virtussino, bisogna aspettare la tripla di Zandalasini dopo quasi 5 minuti a cui seguono quella di Tassinari ed il canestro di Battisodo per l'8-5. Narviciute impatta e la tripla di Jeune chiude la prima frazione sul 10-16. Un libero di Rembiszewska riapre le ostilità e Ravelli trova la tripla. Bologna si riavvicina con Tassinari e subito replica un'ispiratissima Jeune, con Tava che sorpassa sul 24-23. La gara è piacevole e Bocchetti riporta la Scotti su 26-32 prima del 33-37 col quale le squadre vanno al riposo. Cinili, Zandalasini e Turner costringono subito al timeout coach Cioni e Jeune, alla ripresa, mette due liberi per il 39-39. Bologna replica con un perentorio 12-0 (18-2 nella frazione) e finalmente, dopo 6 minuti, Rembiszewska segna il primo canestro dal campo. Il numero dalla lunga di Jeune per il 53-44 vale come sveglia tanto che, sul 55-51 ancora a firma dell'americana, Lardo si rifugia in timeout e, da quel momento, non si segna più fino al 30'. Bocchetti dalla lunga inaugura l'ultimo tempino con l'Use Rosa che resta in partita con Rembiszewska che, dalla lunetta, sigla il 60-56. Sulla tripla di Tassinari e quella di Zandalasini, oltre al 66-56, si ha la sensazione che la gara sia indirizzata verso la Virtus. Di Jeune il 66-58 ma poco dopo, sul 70-58, la Scotti non trova più la forza per replicare e la gara si chiude sul 76-67. Sabato in casa con Sassari c'è l'occasione per dimostrare che, quanto di buono visto a Bologna, non è frutto del caso.
76-67
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA Pasa, Dojkic 20, Turner 15, Zandalasini 11, Cinili 6, Tassinari 8, Ciavarella 3, Tava 2, Migani 2, Barberis 2, Battisodo 7. all. Lardo (ass. Losi)
USE ROSA SCOTTI Jeune 21, Baldelli 3, Narviciute 7, Rembiszewska 12, Bocchetti 16, Ruffini, Stoichkova 2, Lucchesini, Williams ne, Ravelli 6. All. Cioni (ass. Cesaro/Ferradini)
Arbitri: Ciaglia di Caserta, Bramante di San Martino Buon Albergo, Bartolini di Fano
Parziali: 10-16, 33-37 (23-31), 55-51 (22-20), 76-67 (21-16)

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti