Header Ads Widget

La Vismederi Costone incamera 2 punti pesanti


Medie da incubo, ma i numeri alla fine premiano i ragazzi di coach Fattorini
La Vismederi esce indenne dall’agguato teso dalla Laurenziana, giunta a Siena con il chiaro intento di aggredire, agonisticamente parlando, i senesi trascinati in un vortice pericoloso, fatto di nervosismo e tanti errori, soprattutto al tiro dove si sono sfiorate medie da incubo (50-47 il finale). Può capitare di incappare in una giornata storta, ma le due contendenti si sono superate fornendo numeri da dimenticare: sul fronte Costone il 13/43 da 2, pari al 30% è da brividi, ma anche il 3/22 da 3 la dice lunga; i fiorentini, dal canto loro, hanno sicuramente fatto peggio da 2 (10/37 pari al 27%), mentre dall’arco hanno piazzato 6 bombe su 27 tentativi il che equivale ad un 22% che in un primo momento stava per fare la differenza, con la Laurenziana a lunghi tratti minacciosamente in avanti. C’è voluta tutta la caparbietà dei senesi, per venire a capo di una situazione complicata, dove la difesa ha sicuramente avuto il merito di portare a casa 2 punti di un peso enorme. I 50 rimbalzi catturati dalla Vismederi, 12 di Scekic, contro i 41 dei biancorossi, è un altro dato che premia i costoniani che proprio nelle ultime battute di gioco hanno trovato l’energia fisica e mentale per svincolarsi dalle maglie avversarie. Dalla lunetta sono arrivati i punti della vittoria, firmati da un Ceccarelli alle prese con un fastidioso dolore alla spalla, ma in campo per 34 minuti, davvero stoico; poco prima erano stati determinanti i canestri di Bruttini, sicuramente non brillante come il suo solito, ma efficace proprio nei momenti più difficili dell’incontro, e di Scekic che ha dimostrato di essere entrato nella filosofia di gioco voluta dal tecnico Fattorini. Ci sembra anche doveroso sottolineare la prova di Ondo Mengue, un gigante ovunque, e di un intraprendente Giacomo Ricci che alla fine è stato premiato con il vino di Argiano. Tutto bene dunque quel che finisce bene, anche se preoccupa, e non poco, lo stato di forma complessivo della squadra che stenta a recuperare lo smalto di un tempo, ma va anche detto che il covid ha lasciato delle scorie pesanti in molti giocatori che solo il tempo potrà smaltire. Nel mirino della Vismederi adesso c’è il fanalino di coda Pontedera, ma attenzione a sottovalutare gli impegni.

Costone Siena

Posta un commento

0 Commenti