Header Ads Widget

Lo show di Pianegonda rianima la Computer Gross


Il nuovo arrivato guida l'Use al successo sul campo di Pavia dopo due mesi di astinenza. I 30 punti nella terza frazione decidono una gara che i biancorossi gestiscono al meglio in ogni sua fase
Come biglietto di presentazione non c'è male, 24 punti all'esordio. C'è il marchio dell'ultimo arrivato Pianegonda sulla meritata e bella vittoria dell'Use Computer Gross che passa a Pavia per 80-88, spezzando la serie negativa e tornando a mettere due punti in classifica dopo un paio di mesi di digiuno. Ma, dato a Pianegonda quel che è di Pianegonda, sarebbe riduttivo spiegare la vittoria con il terzo tempino mostruso dell'esterno veneto perchè stavolta è tutta la squadra che gestisce al meglio ogni fase della partita senza perdere mai la lucidità nemmeno nel finale quando, in passato, non erano mancati i problemi. Un bel passo in avanti che si spera possa venir confermato anche sabato prossimo, quando al Pala Sammontana arriverà Varese. C'è il nuovo Pianegonda in quintetto ed è proprio lui a segnare il primo canestro biancorosso. Pavia parte forte come era logico attendersi (12-4) e Restelli prova a ribattere, mentre in campo si rivede anche Sesoldi che mette la tripla del 12-9. Il pari a quota 12 è sempre di Restelli ma, subito dopo, due triple di Torgano riallargano la forbice (20-14) ed al 10' siamo 22-14 con canestro di Donadoni sul fil di sirena. Subito Antonini dall'arco prova a scuotere i suoi ma Pavia gioca meglio e prova ad allungare sul 30-17 prima che De Leone ribatta da sotto. In difesa i ragazzi di coach Corbinelli faticano ancora troppo mentre Antonini è in serata e mette dentro il 36-31. Il gioco da 3 punti di Berti vale il 38-34 ed al riposo lungo le squadre vanno sul 45-40. Si riparte ancora con Pianegonda, stavolta dall'arco, e in contropiede Restelli impatta a 45. Quando Pianegonda sorpassa in penetrazione (parziae di 0-7), Ducarello è obbligato al timeout. Sempre l'ultimo arrivato dall'arco mette il 45-52 e prende in mano l'attacco empolese non sbagliando niente, segnando 18 punti consecutivi ed obbligando anche Calzavara al terzo fallo. L'Use piace molto anche in difesa e va sul 52-60 al 5', prima che Berti firmi il più 10 sul 53-63. Parziale di Pavia di 5-0 ed al 30' il tabellone dice 63-70. La frazione finale si apre con la bomba di Restelli ed un canestro di Sesoldi (parziale di 0-5 e più 12 sul 63-75) e la reazione pavese è affidata a Calzavara che segna da sotto. Psicologicamente il 65-77 di Antonini al 3' è una mazzata sulla partita e Calzavara pare il solo che prova a ribattere ad una Computer Gross che gioca bene senza sprecare niente e soprattutto senza concedere un millimetro in difesa. Al 6' siamo 74-81 ed il solito Pianegonda va in lunetta per il 74-82. Donadoni mette il 76-82 e l'Use, visto il bonus esaurito da Pavia, attacca la difesa e trova con Guerra i liberi del 76-84. Sorrentino non si arrende ma dopo sbaglia un tiro e la palla torna biancorossa. Il gran movimento di De Leone è quello che decide di fatto la gara, il 78-86 a poco più di un minuto dalla sirena. La Computer Gross vince 80-88. Ci voleva.
80-88
RISO SCOTTI PAVIA Sorrentino 7, Torgano 9, D'Alessandro 7, Calzavara 9, Sgobba 17, Donadoni 17, Lebediev ne, Rajacic, Birra ne, Corral 14, Licari ne. All. Ducarello
USE COMPUTER GROSS Pianegonda 24, Guerra 12, Berti 8, Restelli 16, De Leone 10, Landi ne, Antonini 12, Balducci ne, Sesoldi 5, Torrigiani 1. All. Corbinelli (ass. Puschi/Cappa)
Arbitri: Mulas di Quartu Sant'Elena e Zara di Oristano
Parziali: 22-14, 45-40 (23-26), 63-70 (18-30), 80-88 (17-18)
Le statistiche della partita: https://netcasting3.webpont.com/?ita3_a_1695

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti