Header Ads Widget

Donoratico - Giù il cappello davanti all'Elba di coach Iacopini


Dispensa di Campagna Donoratico - Pall. Elba Rekord: 66-65
(15-21; 35-35; 49-46)
Dispensa di Campagna Donoratico: Giannetti 6, Guglielmi 10, Fagiolini Fr. 3, Bruci 11, Fagiolini Fil., Tinti 6, Biagi, Diop 2, Pio, Batistini 22, Partigiani 6, Tinagli. All. M. Prescendi.
Donoratico - Giù il cappello davanti all'Elba di coach Iacopini. Una squadra quadrata, corretta, ruvida e sfortunata: se al completo, fortissima (anche oggi assenze importanti). Giù il cappello di fronte a Stefano Cunico. Un fuoriclasse assoluto che ha segnato in tutti i modi possibili, ammazzandoci a suon di triple siderali e autore del canestro del - 1 (con un bel po' di contatto) che ha sancito il 66-65 finale. Tuttavia, giù il cappello anche davanti ai nostri ragazzi. Senza Favilli e Creatini i gialloblu sono stati bravi a prendere un minimo di margine nell'ultimo quarto, quel tanto (+9) che è bastato per salvare i due punti. L'inizio però era tutto per gli ospiti, con Cunico a bucare la difesa gialloblu da ogni dove (20 a metà gara, 36 alla fine). Donoratico reagiva con Batistini e Guglielmi, ma l'Elba ne aveva di più e chiudeva a +6 il primo atto (15-21). Bruci si metteva in moto dall'angolo, Tinti (prova difensiva strepitosa per il capitano) regalava canestri preziosi e Diop pungeva dalla media: con i tre in questione Donoratico riusciva a mettere la testa avanti, ma il duo Pacchiarini-Iuliano faceva male sotto le plance e il solito Cunico riportava la freccia del sorpasso sulla corsia ospite. Donoratico riceva tantissimo da un grande Damiano Partigiani (forse il migliore dei gialloblu), pescando minuti intensi da Filippo Tinagli e da Federico Biagi: erano però un paio di giocate di Bruci e un jump di Guglielmi a mandare la Dispensa di Campagna negli spogliatoi in parità (35-35), con il primo vicino al miracolo da metà campo. Al rientro la partita saliva di intensità. Donoratico sembrava prendere le redini ma sbagliava l'impossibile (4/14 ai liberi e un discreto 16% da tre); l'Elba lottava e ne approfittava così per restare a contatto, nonostante le soluzioni del solito Alejandro Batistini (22 alla fine) e la prontezza di Tinti sotto canestro. Quando l'Elba tornava sul +2 era però una bomba pesantissima di Francesco Fagiolini a consegnare fiducia ai locali, mentre Giannetti in lunetta siglava il +3 con cui iniziava l'ultimo quarto. I ragazzi di coach Prescendi partivano bene e con Batistini e Bruci provavano a scavare il parziale. Partigiani colpiva dalla media, Guglielmi piazzava una tripla pesantissima e i gialloblu volavano sul 61-52. I conti sembravano fatti, ma mancava ancora la parola dell'oste. Cunico saliva infatti in cattedra con una bomba irreale, seguita dalla conclusione di Pacchiarini. Batistini segnava due volte contro la zona, ma Cunico colpiva ancora da 9 metri. I gialloblu in lunetta piazzavano un mortifero 0/4 e i "crabs" si trovavano in mano la palla con 4 punti da recuperare e una manciata di secondi sul cronometro. Cunico si involava in guardia e si alzava con tre uomini addosso: la retina si piegava, in aria una selva di mani, ma nessun fischio. Finiva così con una vittoria sul fil di lana per Pio e compagni, troppo morbidi nel finale ma bravissimi a portarla a casa contro una squadra davvero tosta. Adesso una trasferta durissima sul campo di Carrara, mercoledì 13 alle 21. Sarà difficile, ma ci arriveremo con un Favilli in più nel motore. Forza ragazzi, avanti così! Il primo posto è sempre più vicino!

Basket Donoratico

Posta un commento

0 Commenti