Header Ads Widget

Fabrizi presenta Monferrato: “Non una partita normale, ma sono contento di giocarla”


Avvicinamento alla prima sfida della fase a orologio della Serie A2 Old Wild West che vedrà contrapposte sabato 16 aprile alle ore 18 all’Estra Forum di Chiusi, Umana San Giobbe e JB Monferrato. Primo appuntamento per la seconda fase del campionato nella quale si incroceranno le squadre del Girone Rosso con quelle del Girone Verde. Sarà la prima sfida nella storia tra Chiusi e Casale Monferrato, alla quale i lacustri arrivano con due vittorie consecutive (in trasferta con Eurobasket Roma e in casa con Cento) mentre Monferrato dalla sconfitta esterna sul campo di Torino. “Quando finisci una partita con 20/30 da tre punti non puoi che essere contento – le parole di Andrea Fabrizi, assistente nello staff tecnico della San Giobbe. In alcuni casi sei anche fortunato se tiri con percentuali così alte, però dobbiamo dire che sono tutti tiri che abbiamo costruito e che sapevamo di dover prendere contro una squadra come Cento che chiude molto bene l’area. La differenza contro avversari del genere è costruire buoni tiri oppure prendere quello che capita e noi siamo stati bravi a fare la prima delle due. Non ci nascondiamo, all’intervallo eravamo anche preoccupati per la mole prodotta nel primo tempo, invece siamo stati continui su tutto l’arco della gara” “Credo che anche il Girone Verde sia molto equilibrato. In questo momento ci sono due-tre squadre che stanno facendo un campionato strepitoso e poi le altre che sono comunque tutte livellate. Ci troveremo di fronte a formazioni che possono dire la loro: Torino ha un budget molto alto e giocatori molto importanti, Pistoia sta facendo benissimo già dal precampionato, Casale è una squadra che ha avuto tantissimi problemi ma che sta andando molto bene. Sarà una fase non semplice”. “Con Casale non sarà una partita normale per me – prosegue Fabrizi che ha fatto parte dello staff della formazione piemontese fino alla scorsa stagione. Sono stato lì tanto tempo, ho tanti amici nello staff tecnico e tanti giocatori con i quali ho passato molte ore in palestra. Non sarà normale, ma sono molto contento di giocare contro di loro”. “Penso che la stagione di Casale sia stata molto strana. Non hanno mai giocato al completo fondamentalmente e uno degli stranieri, Penny Williams, che inizierà di fatto la stagione in questa fase dopo i tantissimi problemi. Sono una squadra ancora in evoluzione, che gioca una pallacanestro molto offensiva. Hanno talento, tanti tiratori, un modo di giocare che li porta a prendere tiri difficili che però fanno parte del loro bagaglio. Sfida complicata, la nostra difesa dovrà fare molta attenzione”.

San Giobbe Basket

Posta un commento

0 Commenti