Header Ads Widget

Gara 1 a Gema (76-60). Spettacolo in campo e sugli spalti. Ci vediamo mercoledì per gara 2 nella Tana dei Dragons


Pinelli: “Dimostrato di avere coraggio, idee, anima. Eravamo sotto nella serie anche con Spezia, mercoledì dobbiamo dare il massimo” Prato, 16 maggio 2022 – Sibe Gruppo AF che esce sconfitta da gara 1 di semifinale playoff in quel di Montecatini, sorride Gema che si porta avanti nella serie. Nel primo quarto, ottimo avvio da parte dei ragazzi di coach Pinelli: Magni (top scorer per i lanieri) apre le danze attaccando forte il ferro, Staino piazza la prima tripla e Smecca punisce con in jump da dentro l’area. Danesi e Navicelli guidano l’attacco pratese contro una Montecatini che comincia ad ingranare grazie alle scorribande di Rasio. Mascagni entra e si fa valere subito a livello difensivo, Pacini (21 minuti per lui) prova a dare energia agli ospiti. Gara subito in equilibrio, combattuta punto a punto tra sorpassi e controsorpassi, ma sono i ragazzi di coach Pinelli a vincere il quarto per 21-18. Nel secondo quarto Prato continua ad aprire le rotazioni: entrano in rapida successione Vannini, Marini (10 minuti) e Manfredini (17 minuti). Gli ospiti cominciano a trovare la via del canestro in maniera importate, guidati da Rasio, sostenuti da Molteni e dagli assist di Bruni. Allungo nel finale dei padroni di casa che porta all’intervallo sul +9 la Gema Montecatini. Nel terzo quarto i termali dilagano: trovano la via del canestro con regolarità, i Dragons, nonostante l’ottima selezione e costruzione di tiro, non riescono a segnare e, complice una gestione dei falli da parte degli arbitri non comprensibile, la Gema tocca anche il +25, dimostrando tutta la qualità del loro roster. Nel quarto e ultimo periodo, Sibe Gruppo AF passa a zona, non si disunisce, ma anzi, riduce il gap fino al -12, provando più volte a rientra in partita. Il divario era netto alla fine del terzo quarto, per cui i Dragons non riescono a riagganciare i termali. La partita finisce 76-60. Un po’ di dati: per Gema i contropiedi si rivelano un’arma decisiva fornendo ben 18 punti, per la Sibe solo un terzo (6); i pratesi, di contro, macinano punti grazie alla panchina, ben 19, un dato che premia le rotazioni. Sostanziale parità sui punti da palle perse (19/17) e punti in area (24/26).
Il commento
Sulla gara. “Prima di tutto vorrei congratularmi con Gema. Hanno giocato un terzo quarto da assoluti favoriti di questa competizione punendo in modo chirurgico i nostri errori al tiro, nonostante anche buone selezioni. Il mio secondo pensiero più grande va alla mia squadra: non sono mai stato così orgoglioso dei miei giocatori e del mio capitano. Potremmo continuare a parlare per ore dei sé e dei ma, sta di fatto che hanno disputato tre quarti incredibili, spingendo ben oltre loro limite, cercando di andare il più lontano possibile. Cercando in ogni modo di competere ogni momento a un livello più alto”. “La forbice del terzo quarto ci è costata la partita. Abbiamo dimostrato anche a questo livello di avere coraggio, idee e un’anima ben definita. Abbiamo vinto due quarti a testa. Questi segnali e queste risposte devono spingerci a dare il massimo in gara due. Abbiamo provato ad attaccare il canestro ma non siamo riusciti ad arrivare in area costantemente. Abbiamo lavorato bene su Di Bonaventura e Solazzo. L’altro fattore è stato Rasio: ha fatto una prestazione incredibile non scordiamoci che in tribuna hanno un top di gamma come Marengo”. “Non sono triste, tutt’altro: sono orgoglioso della mia squadra come mai prima d’ora. Anche più che dopo gara 3 a Spezia. C’era un’altra squadra in campo che ha giocato benissimo nel terzo quarto. Ecco perché hanno vinto, se giochiamo bene entrambi vincono loro. Hanno perso più palloni di noi questo ci deve stimolare ad alzare il nostro desiderio di vincere e andare oltre mercoledì sera a Prato. Andiamo a testa alta a gara 2 in casa nostra con le nostre certezze e continuiamo a giocare insieme e condividere tutto”. “Ho detto ai miei ragazzi di non avere rimpianti. Abbiamo dato tutto e quando non abbiamo perso. Siamo 0-1 e lo eravamo anche 2 settimane fa con Spezia. Prepariamoci come sempre perché tra 3 giorni si rigioca. Ci sarà un clima bellissimo e la palestra trasuderà di emozioni. Saremo ancora una volta li a dare tutto per la nostra maglia e la nostra città. Con l’orgoglio di sempre con il sostegno della nostra gente. Tutti alle Toscanini mercoledì e Forza Dragons!”, dichiara nel post-gara coach Marco Pinelli. E poi una bella considerazione sulla nostra Dragons Family. “Oltre 200 persone venute da Prato a tifare Dragons al Palaterme di Montecatini. Famiglie e ragazzi del settore giovanile in festa a sostenere rispettosamente la propria città e la propria maglia. 150 la scorsa settimana a La Spezia. Numeri paragonabili forse al calcio. Forse!”, aggiunge il coach. “Mi dispiace, però, che mercoledì probabilmente qualcuno resterà fuori perché la nostra palestra non è più sufficiente per un campionato come questo e per i nostri numeri. Ugualmente, non va bene costringere le tifoserie avversarie a stare a casa perché non ci stiamo tutti alla Toscanini. Lo sport è condivisione, con tutta la nostra comunità sportiva e anche con gli avversari. Società e amministrazione possono trovare una soluzione condivisa: i Dragons stanno facendo qualcosa di importante per la città e le infrastrutture sportive sono fondamentali a tutti i livelli per ogni progetto di sport. Un passo del genere sarebbe decisivo per la crescita di tutto il movimento cestistico, con benefici per tutta la pallacanestro cittadina, che oggi come oggi non ha grandi numeri”.


Comunicato Sibe GruppoAF Prato Il tabellino: Manfredini 4, Marini, Danesi 7, Magni 21, Staino 3, Navicelli 4, Saccenti, Smecca 6, Zardo, Pacini 2, Mascagni 10, Vannini 3.

Comunicato Sibe Gruppo AF Prato

Posta un commento

0 Commenti