Header Ads Widget

Pazzesca rimonta, l'Use Computer Gross ipoteca la salvezza


La squadra di coach Corbinelli batte Cecina e va sul 2-0 nella serie playout. Dopo una partita nervosa, nel parziale finale arriva la rimonta dal meno 9 fino alla tripla decisiva di Antonini. Venerdì a Cecina gara 3
E' qualcosa che non si tocca con mano, che nessuno ha mai visto ma che evidentemente c'è. Lo chiamano spirito Use, un'entità invisibile che aleggia ormai da anni in via Martini e che anche stasera, in gara due dei playout, evidentemente c'era anche se nessuno, ancora una volta, l'ha vista. Non si spiega altrimenti come una squadra in netta difficoltà, sul meno nove ad inizio dell'ultima frazione riesca a trovare la forza e la lucidità di ribaltarla e vincerla, ipotecando così la salvezza. Il 60-58 col quale l'Use Computer Gross si porta sul 2-0 nella serie playout con Cecina ci piace spiegarlo anche così, con quel qualcosa che questa maglia e questa 'palestrina' riescono a trasmettere a chi ci entra e ci gioca, specie quando tutto pare ormai perduto. Se poi qualcuno la vuol buttare più sul concreto, per capire come sia stata possibile la clamorosa rimonta, la spiegazione non è difficile, si chiama carattere. E' proprio su questo che i biancorossi costruiscono la loro splendida vittoria che, si badi bene, non chiude certo i giochi per la salvezza ma sicuramente li indirizza. La mano dello 'spirito Use' è poi quella di Pianegonda con sette punti consecutivi quando c'è da rimetterla in piedi o quella di Sesoldi che suona la tromba della cavalleria col canestro che apre l'ultima frazione o, anche stasera come in gara uno, quella di Antonini che, magari con l'aiuto dall'alto di Santa Liberata, la patrona della sua Cerreto, vede la tripla decisiva ballonzolare sul ferro e poi finire dentro. E' una gara che soprattutto coach Corbinelli (e non solo) ricorderà a lungo, finora forse la più bella della sua carriera biancorossa per l'epilogo e per come l'ha gestita. Prima di cominciare a darsele l'Use e Cecina si studiano. La prima frazione termina infatti sul 17-12 e dentro ci sono cinque punti consecutivi di Antonini ed un Restelli che, come gli capita spesso, sbaglia poco o niente. Che Cecina ci crede si capisce nel secondo tempino quando, dopo il 22-12 a firma Guerra, Sperduto suona la carica e, assieme a Bianconi, riporta sotto i suoi fino al 31-29 dell'intervallo. Dallo spogliatoio esce solo la squadra di Sorgentone che chiuderà la frazione con un parziale di 9-19 frutto soprattutto di percentuali dalla lunga che si fanno altissime. La Computer Gross arranca, rincorre, Guerra la scuote con la tripla del 38-40 che, però, non impedisce a Sperduto di firmare il 38-48 che, al 30', diventa 40-48. Sesoldi apre il tempino finale ma ancora Sperduto dalla lunga firma il 42-51. Restelli commette il quarto fallo, Corbinelli chiama timeout e trovare chi crede nella vittoria a quel punto è più difficile che trovare il classico ago nel pagliaio. Uno che ci crede è Pianegonda. A dispetto dei suoi appena venti anni, l'esterno veneto diventa il protagonista della fase decisiva della partita. La sua mano non trema. Con una tripla ed un paio di giochi da 3 punti si torna 52-53. Banchi segna dalla lunga il 52-56 ed a quel punto, mentre Restelli chiude la partita per falli, si ha la sensazione che il sorpasso sia vicino. Antonini trasforma la sensazione in realtà con una tripla che, prima di finire dentro per il 58-57, fa rischiare l'infarto ai presenti. Cecina perde palla, l'Use commette infrazione di 24 secondi e Sperduto, dopo un timeout, non trova il canestro. Si va al fallo sistematico su Antonini che, però, sa cosa è lo spirito Use e non sbaglia i liberi del 60-57. Quando va in lunetta Banchi non può che mettere il primo e sbagliare di proposito il secondo, ma Cecina non riesce a trovare il canestro ed a fare festa sono i biancorossi. Ci si vede venerdì alle 21 a Cecina per gare tre. Ci sarà da soffrire ma, come direbbe Catalano, meglio farlo avanti 2-0.
60-58
USE COMPUTER GROSS Berti, Seoldi 4, Guerra 14, Torrigiani ne, Airaghi, Landi ne, Antonini 10, Pianegonda 16, De Leone 5, Restelli 11. All. Corbinelli (ass. Puschi/Cappa)
SINTECNICA BASKET CECINA Fioravanti 6, Bianconi 5, Milojevic 10, Guerieri ne, Banchi 7, Sperduto 15, Pistillo 6, Zanini 4, Pellegrini ne, Ragagnin 5. All. Sorgentone (ass. Elmi)
Arbitri: Grappasonno di Lanciano e Settepanella di Roseto degli Abruzzi
Parziali: 17-12, 31-29 (14-17), 40-48 (9-19), 60-58 (20-10)

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti