Header Ads Widget

Finisce a Verona tra gli applausi l’avventura della Gtg Pistoia


Si ferma in gara-5 della semifinale l’avventura della Giorgio Tesi Group Pistoia ai playoff di serie A2: la Tezenis Verona fa valere il fattore campo e s’impone per 79-53, conquistando la finale-promozione con Udine dopo cinque bellissime battaglie che hanno strappato gli applausi convinti di entrambe le tifoserie. I biancorossi, spinti da 300 supporter giunti all’Agsm Forum, ci provano in ogni modo, senza risparmiarsi né regalare nulla, ma alla fine devono arrendersi ai poderosi strappi dei padroni di casa, trascinati da uno straordinario Anderson. Una sconfitta a testa altissima che nulla toglie allo straordinario campionato disputato dagli uomini di coach Brienza, capaci di tornare a far sognare un’intera città.
PRIMO TEMPO. Pronti, via e Utomi la sblocca dall’arco, poi è ancora lui a colpire in sospensione per lo 0-5 iniziale. I padroni di casa si sbloccano con il gioco da tre punti di Casarin, risposta Pistoia affidata a Magro e alla bomba di Johnson per il time-out Verona sul parziale di 3-11. Verona si accende con Anderson, dall’altra parte è ancora Johnson a colpire dalla lunga. La Tezenis ritorna sotto con i suoi americani e sorpassa con Candussi e Grant (9-0 il break), sfortunata la Gtg che tuttavia è lì: 16-14. Si riparte con la tripla di Spanghero e la penetrazione vincente di Johnson che «stappa» l’attacco ospite, poi ancora gialloblù in allungo con Candussi (23-16). È ancora JJ22 a dare linfa a Pistoia, è ancora Candussi a far male per Verona. Jazz suona la terza sinfonia di giornata, ma Pini e Anderson scrivono il +9 costringendo Brienza al minuto. La Giorgio Tesi Group si compatta e torna a far punti con Riismaa, Wheatle e Magro, ma la Tezenis pesca un Johnson implacabile: all’intervallo è 36-29. 
SECONDO TEMPO. Utomi suona la carica al rientro in campo e i biancorossi tornano a -2, pronta la reazione dei locali con Casarin e i soliti Usa. Pistoia non è doma e colpisce dall’arco con Saccaggi, Verona fa meglio con Anderson e Grant toccando il +10. Dopo il time-out la Gtg si riallaccia con Wheatle e Johnson, ma la Tezenis fa malissimo con un immarcabile Anderson. Nel finale tanti errori per i pistoiesi e per i padroni di casa è massimo vantaggio: 55-42. È ancora Utomi a lanciare la rincorsa con una magia sulla sirena, poi Johnson risponde a Spanghero. Verona tiene le redini con Pini e Spanghero e prova a chiudere in anticipo la contesa con Anderson, mentre Pistoia non ha più la giusta lucidità per attaccare. Pini fa segnare il +20 quando mancano 5′ alla fine e allora può scattare la festa anticipata all’Agsm Forum: la Tezenis vola in finale, alla Giorgio Tesi Group vanno gli applausi per averci provato fino in fondo. Finisce 79-53.
TEZENIS VERONA GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 79-53
(16-14, 36-29, 55-42)
VERONA Adobah, Caroti, Casarin 5, Johnson 5, Candussi 10, Nonkovic, Rosselli, Pini 8, Anderson 27, Udom 8, Grant 7, Spanghero 9. All. Ramagli.
PISTOIA Caglio ne, Della Rosa, Utomi 12, Divac, Saccaggi 5, Del Chiaro, Magro 5, Allinei, Johnson 19, Wheatle 5, Riismaa 7. All. Brienza.
ARBITRI Tirozzi, Maschio, Nuara.
NOTE Parziali: 16-14, 20-15, 19-13, 24-11.

Pistoia Basket 2000

Posta un commento

0 Commenti