Header Ads Widget

La Fip Toscana premia le eccellenze regionali. Appuntamento a Lucca il 25 giugno, ore 11


Sabato 25 giugno, nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, si svolgerà la cerimonia delle premiazioni delle società che hanno vinto il titolo regionale dei campionati giovanili, il 3X3 e la Coppa Toscana
Una giornata di festa, dopo due anni difficili. Il Comitato Regionale Toscana della Fip organizza sabato 25 giugno le premiazioni delle squadre giovanili vincitrici dei rispettivi campionati regionali, del 3X3 e della Coppa Toscana. L’appuntamento è alle ore 11 nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca (via S. Micheletto, 3). A ricevere i riconoscimenti, che comprenderanno le stagioni sportive 2020/2021 e 2021/2022, saranno società della Toscana maschili e femminili. Tra i presenti alla cerimonia, il Sindaco di Lucca, Alessandro Tambellini, il presidente del CONI Toscana, Simone Cardullo, il presidente del Comitato Regionale Toscana della FIP, Massimo Faraoni ed il presidente d’onore della Fip, prof. Fausto Maifredi. Anche quest’anno, come da tradizione, saranno assegnati i premi speciali “Focardi”, “Formigli” e “Massai” ad allenatori, dirigenti ed arbitri che si sono resi protagonisti nel corso delle ultime stagioni sportive. L’evento è organizzato grazie alla preziosa collaborazione con la società Basketball Club Lucca e con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che ha gentilmente concesso gli spazi. “Siamo molto felici di poterci ritrovare tutti insieme, in presenza, a festeggiare le nostre squadre giovanili – spiega il presidente del Comitato Regionale Toscana della Fip, Massimo Faraoni. – Sono stati anni difficili per il movimento, a causa della pandemia che ha imposto lo stop a tutte le attività sportive. Adesso però siamo ripartiti con grande entusiasmo e l’aumento del numero delle squadre iscritte ai campionati regionali ci riempie di orgoglio, perché testimonia che la strada intrapresa dal Comitato è quella giusta, oltre a ripagarci per tutti gli sforzi fatti affinché il basket potesse tornare alla normalità”.

Ufficio Stampa
Jacopo Carlesi

Posta un commento

0 Commenti