Header Ads Widget

Il Golfo contro il nuovo miracolo di coach Barsotti


Per i gialloblu tre sconfitte negli ultimi confronti con le sue squadre
Avversario ostico già per tradizione, arriva col dente avvelenato per la pesante sconfitta contro la Pielle e sicuramente, il coach, avrà torchiato e caricato i suoi, per una pronta reazione. Pensando a quella partita e leggendo il risultato degli Herons, sconfitti di 21 punti subendone 93, si potrebbe cadere in errore, pensando ad una partita facile, ma avendo visto quella partita, rimane negli occhi il primo quarto dei termali, letteralmente scatenati in attacco, grazie ad una grandissima difesa. Se di fronte avessero avuto un'altra squadra e non una Pielle che sta dimostrando tutte le sue qualità, tecniche, ma in quel caso anche caratteriali, l’avrebbero minata moralmente e molto probabilmente battuta. Se non bastasse, si può mettere sul piatto della bilancia che i termali hanno impegnato fino all’ultimo minuto la forte Legnano. Dunque Piombino non deve pensare di affrontare un’avversaria facile, non lo sono mai quelle di coach Barsotti e deve essere forte mentalmente, per non farsi intimorire da un impostazione di gara che, molto probabilmente, sarà simile a quella contro la Pielle, in caso contrario rischierebbe di fare una pessima figura. I gialloblu hanno dato ottimi segnali dal punto di vista difensivo, nelle ultime gare, a partire dal secondo quarto di Livorno, hanno subito solo 106 punti in 7 quarti giocati, ad una media partita stimata di 56 punti sui 40’, peraltro giocando contro buone squadre. Si deve assolutamente dare continuità a questo lavoro difensivo, che ti consente anche quando l’attacco non brilla, come dovrebbe, di vincere egualmente le partite. Buoni segnali sono arrivati anche da chi non aveva ancora fatto vedere le sue qualità, come De Zardo e Azzaro, molto probabilmente per una condizione fisica precaria, come dimostra il brillantissimo avvio di gara e un leggero calo di rendimento nel finale. Contro gli Herons, occorrerà di sicuro un maggior apporto dalla panchina, perché altrimenti si rischia di arrivare col fiato corto nel finale, visto i ritmi che le ampie rotazioni dei termali gli consentono. Ad agevolare il compito del Golfo potrebbe essere la minor fisicità dei termali, rispetto a quella di altre squadre incontrate finora, visto le difficoltà dei gialloblu nel pitturato e sotto i tabelloni.
Una gara che può rilanciare in prospettiva il Basket Golfo in classifica, visto che il calendario dopo diviene un po’ più agevole, con il Campus Varese, in casa la domenica successiva e il Langhe e Roero in trasferta, a seguire.
Si gioca al Palatenda, domenica alle ore 18.00, arbitrano i signori Cattani Francesco di Cittàducale (RI) e Di Salvo Edoardo di San Giuliano Terme (PI).

Basket Golfo Piombino

Posta un commento

0 Commenti