Header Ads Widget

Bama a testa alta, tiene fino al 35' (73-72) contro Castelfiorentino, ma soccombe 84-91


BAMA ALTOPASCIO 84
ABC CASTELFIORENTINO 91
(27-18; 39-37; 65-62; 84-91)
Arbitri: Parigi e Collet
BAMA: Creati F. 15, Ghiaré n.e., Creati M. 4, Mencherini 17, Bini Enabulele 13, Arrabito 4, Nannipieri n.e., Mandroni, Lorenzi 9, Biondi 2. All. Pistolesi
CASTELFIORENTINO: Rosi, Lazzari 3, Corbinelli 10, Pucci 19, Viviani, Scali 3, Lilli 1, Nepi 15, Tavarez. N.e., Lazzari 9, Cantini 10, Belli 21. All. Angiolini.
C’è un proverbio francese che recita: “Se aggiungi due lettere a Paris, diventa Paradis”. Nulla da dire sulla Ville Lumiere ma se Parigi è il cognome di un arbitro, abbinato poi a Collet, il paradiso si trasforma in inferno. Una coppia arbitrale decisamente non all’altezza, sia in senso fisico che tecnico, della C Gold. Per distacco il peggior duo del campionato visto finora. Castelfiorentino ha vinto con pieno merito, ma alcuni fischi tragicomici del mini-duo in grigio hanno fatto imbestialire i tifosi altopascesi, notoriamente corretti e festosi. Tralasciando argomenti tristi è stato un ottimo match, con il Bama che sopperisce alle assenze con una prova gagliarda in difesa e precisa in attacco, soprattutto nel primo periodo. I rosablu chiudono sul 27-18 e continuano nella seconda frazione arrivando anche sul +15 (36-21). Castelfiorentino non ci sta e rintuzza con Pucci e Cantini 36-26. Ancora Lorenzi dall’arco dà il + 13 ai suoi (39-26). Qui si spegne la luce rosablu con gli ospiti che piazzano un 11 a 0 di parziale con alcune chicche offensive di Belli e Corbinelli. Il tutto condito da altrettante chicche del mini-duo: prima un antisportivo affibbiato a Creati assolutamente inesistente. Il top arriva poco dopo, quando Salazar ruba palla e serve Filippo Creati che va a concludere da solo in contropiede. Un attimo prima del canestro ci sono proteste di Pucci: fallo tecnico e canestro annullato, contro ogni logica. Per la legge del contrappasso tripla di Corbinelli in transizione l’azione successiva. 39-37 all’intervallo e terzo periodo dove le difese salgono di colpi. Belli, immarcabile, segna da ogni dove, coadiuvato da Pucci. Sul fronte opposto sono Salazar e Mencherini a far male. Bini Enabulele (double per lui, con 13 punti e 13 rimbalzi, peccato per l’1 su 6 ai liberi) é in panchina per 3 falli. Belli e Lazzeri cercano di dare la spallata al match con due triple (54-60) ma il Bama non molla e risponde dall’arco due volte con Salazar (60-60). 5 punti consecutivi di Filippo Creati sanciscono il 65-62 al terzo fischio. Ultimo periodo ed il Bama è in affanno, sale di rendimento anche Nepi. Lorenzi, in condizioni menomate, sigla il 68-64 dall’arco, poi Mencherini il 70-67, quindi Salazar il 73-72 a -5'47" dalla sirena. È l'ultimo vantaggio rosablu. La qualità di Castelfiorentino sul perimetro inizia a fare la differenza, il duo Belli-Pucci scava un solco incolmabile al cospetto di un Bama stremato. Allungo vincente dell’ottima squadra ospite, ben allenata dall’ex Walter Angiolini e vittoria supermeritata. Il Bama esce a testa alta, fornendo un’altra prova casalinga di alto profilo. Mercoledì, sempre senza Nannipieri, Tarzan e Ghiaré, trasferta a Siena, sponda Mens Sana.

Bama Nba Altopascio

Posta un commento

0 Commenti