Header Ads Widget

GTG, scocca l’ora del derby: al PalaCarrara arriva Chiusi


Dopo la grande prestazione offerta in casa dell’Apu Udine che è valsa la testa della classifica in solitaria del girone “Rosso” di Serie A2, la Giorgio Tesi Group torna nel fortino del PalaCarrara per l’unico derby stagionale contro la San Giobbe Chiusi nella nona giornata di andata. Una sfida dai mille risvolti dentro e fuori dal campo vista la presenza di tantissimi ex (fra parquet, dirigenza e panchina) in casa senese, oltre all’opportunità per Della Rosa e compagni di rendere ancora più solida l’attuale posizione di classifica. Palla a due alle ore 18 di questa domenica, arbitreranno Mauro Moretti (Perugia), Nicolò Bertuccioli (Pesaro) e Massimiliano Spessot (Gorizia). Match sponsor sarà La T Tecnica, presente col titolare Paolo Moricci e Manlio Scalzo alla conferenza pre-partita di coach Nicola Brienza. Anche nella tifoseria c’è particolare fermento: la prevendita sta andando a gonfie vele in questi primi due giorni, per questo la società rinnova l’invito a sfruttare le aperture del botteghino del giorno del match dalle 10 alle 12 e dalle 15 in poi per evitare code prima dell’inizio del match. ù
LE SENSAZIONI DELLA VIGILIA.
«Dopo la vittoria di Udine veniamo da una settimana positiva di allenamenti – ha dichiarato coach Brienza in conferenza stampa – i ragazzi hanno avuto un ottimo approccio al lavoro e non c’è stato un rilassamento, d’altra parte sarebbe poco furbo mollare la presa solo perché abbiamo fatto una buona prestazione. C’è massima concentrazione, come sempre, e la determinazione per continuare su questa strada sapendo che ci aspetta una partita molto difficile e servirà la miglior Tesi Group per far si che si possa proseguire nel nostro percorso. Per quanto ci riguarda, come sempre le nostre eventuali vittorie passeranno dall’atteggiamento difensivo da mettere in campo: a Udine abbiamo vissuto una tappa importante del nostro campionato, che ci permette di venire in palestra con la consapevolezza che il nostro percorso ci porta dei dividendi e cambiare le nostre prerogative adesso non sarebbe sensato». Il coach biancorosso, poi, analizza i punti di forza degli avversari. «Chiusi la ritengo una falsa squadra in pericolo, se devo guardare oggi la loro classifica – ha aggiunto Nicola Brienza – È chiaro che aver ottenuto soltanto due vittorie non è la situazione migliore, però basta analizzare il loro calendario e i risultati finali per capire come la loro posizione attuale sia bugiarda: con un pizzico di fortuna in più, probabilmente adesso staremo qui a parlare di una squadra con 4-5 vittorie portate a casa e quindi va presa con la giusta attenzione. Un organico allenato bene, con qualità, con un americano come Medford che è un lusso per la categoria e un altro che conosciamo in ogni minimo dettaglio come Daniel Utomi. Penso che il discorso di scontrarsi tra tanti ex possa avere un suo peso perché tutti vorranno fare una performance di alto livello. Sarà una partita difficile e andrà affrontata con grande attenzione».

Pistoia Basket 2000

Posta un commento

0 Commenti