Header Ads Widget

Peresson: "Lavoriamo come se fossimo ultime"


Dopo la vittoria con Savona ancora piedi per terra in casa Use Rosa Scotti. La play: "Ora non conta la classifica ma lavorare e crescere giorno dopo giorno". Stoichkova e Cvijanovic in Nazionale, modifiche al calendario
Anche se con qualche brivido, il primo esame da capolista è superato. L’Use Rosa Scotti ha faticato non poco a battere una coriacea Savona confermando così la sua prima posizione solitaria in classifica e proseguendo nel suo percorso di crescita. All’interno dello spogliatoio, però, nessuno pare far caso più di tanto a quel primo posto solitario. “E’ senza dubbio un segnale importante - spiega Antonia Peresson - ma importante è che stiamo lavorando bene durante la settimana senza metterci addosso la targhetta del primo posto. Anzi, direi che ci stiamo allenando come se fossimo ultime perché l’obiettivo ora è migliorarci ogni giorno che passa senza accontentarci mai o guardare la classifica”. Anche perché, come si è visto nel match con Savona, ogni partita è complicata. “Difensivamente non abbiamo fatto una buona gara – prosegue coach Alessio Cioni – faccio comunque i complimenti alle ragazze per la vittoria che hanno portato a casa ma, ancora una volta, una simile partita deve farci capire che non possiamo non difendere forte. Senza questo la strada si fa in salita per noi”. L’Use Rosa Scotti affronta ora un periodo un po’ particolare. Visti gli impegni con le rispettive nazionali di Stoichkova e Cvijanovic, la squadra salterà il prossimo turno a Patti, match che recupererà giovedì 8 dicembre. Il prossimo impegno, così, sarà ancora al Pala Sammontana domenica 4 dicembre contro Selargius. “Il calendario si fa un po’ complicato – aggiunge il tecnico – se nella prima parte di stagione ci ha sorriso ora inizia il difficile. Intanto dobbiamo allenarci senza due giocatrici importanti e questo condizionerà la qualità del lavoro, e poi dovremo affrontare una trasferta complicata come quella di Patti infrasettimanale. Quindi un periodo da gestire nel modo giusto perché anche un momento simile può essere utile per farci capire chi siamo”.

USE Basket

Posta un commento

0 Commenti