Header Ads Widget

Proget Impianti Olimpia Legnaia-Montesport 64-74


La Proget impianti Olimpia Legnaia tenta di riacciuffare, nell’ultimo quarto, un match complicato contro Montesport. Nonostante buoni segnali, i ragazzi di Deza Linares e Lupori si arrendono ancora davanti ai propri tifosi confermando la maledizione casalinga. 
PROMOZIONE – PRIMA FASE – GIR. B / 10º GIORNATA Lunedì 19 Dicembre 2022 @ PalaCantini 
OLIMPIA LEGNAIA-MONTESPORT 64-74 (12-16, 31-39, 46-62, 64-74) 
PROGET IMPIANTI OLIMPIA LEGNAIA Macchia 22, Cambi 16, Fusillo 4, Masi 3, Carli, Gerbi 6, Taccetti 5, Jakoberaj 2, Mori 2, Bellucci 2, Becocci 2, Galli ne. Coach: Deza Linares Ass. Lupori
MONTESPORT Verdiani 29, Giannelli 17, Fabbrini 9, Buccolieri 7, Bandinelli 3, Pozzolini 7, Mancini 2, Profeti, Baragli, Scelfo, Rosselli, Bonfanti. Coach: Ciappi Ass. Cari
Parziali: 12-16, 31-39, 46-62, 64-74.
Arbitri: Russo di Firenze e Vannini di Pontassieve (FI)
Primi possessi positivi per la squadra di casa che cerca subito d’indirizzare il match a proprio favore con un ritrovato Macchia (che sarà capace di sfondare, dopo molto tempo, il muro dei venti punti). Quest’ultimo, autore di una tripla porta i suoi sul 3-0. Inizia una fase di studio per entrambe le squadre con alcune manovre offensive interessanti ma non concretizzate. Le imprecisioni ospiti vengono colmate dall’altro numero 23 in campo: Verdiani, altro mattatore di serata. Sul punteggio di 9-6, un paio di contropiede ben sfruttati da parte di Montesport uniti a qualche fallo di troppo, portano ad un devastante break di 0-9 a favore di quest’ultimi. La tripla di Macchia sul finale riaccende la luce e le speranze dei giallo-blu i quali rimangono comunque agganciati. Secondo quarto che inizia nel migliore dei modi per i legnaioli che bussano con un’altra tripla di Macchia ed il canestro di Cambi, utili per centrare il sorpasso. I padroni di casa cercano adesso di condurre, tuttavia, i montespertolesi non sono per niente d’accordo e per la prima metà di quarto combattono punto punto. Un ulteriore black out in casa giallo-blu consente agli ospiti di presentarsi al tiro specialmente dalla lunetta sfruttando i numerosi falli guadagnati. Ancora una volta Verdiani, con la collaborazione di Fabbrini, contribuisce a tracciare un solco difficile da colmare. Per Legnaia, ha voce in capitolo Becocci il quale conclude un’azione tambureggiante sotto canestro dopo svariati tentativi a rimbalzo. A rovinare i piani di rimonta ci pensa, all’ultimo secondo, di nuovo Fabbrini che insacca dall’angolo destro la tripla che vale il 31-39 a metà gara. Terzo quarto all’insegna dei tanti canestri da una parte e dall’altra anche se l’ago della bilancia pende decisamente dalla parte di Montespertoli. I tiratori ospiti sono spietati e si presentano al tiro sfruttando molteplici piazzati vincenti. Attraverso alcune azioni manovrate che vengono poi catalizzate spesso da Gerbi, i legnaioli cercano di rialzarsi ed invertire un punteggio che li vede sotto con una doppia cifra di svantaggio. I quatto falli commessi da Fusillo non aiutano e l’avversario scappa questa volta grazie a Giannelli. La terza frazione si conclude con una montagna da scalare, metafora di un punteggio di 46-62. Tanta è la voglia di regalare la prima vittoria casalinga al proprio pubblico per i giallo-blu e quest’ultimi tenteranno l’impresa nell’ultima frazione. L’avversario, tuttavia, è bravo a controllare la situazione non lasciando la possibilità di riaccendere le speranze casalinghe. I ragazzi di coach Deza Linares riescono comunque a ben figurare e, nonostante la sconfitta annunciata, specialmente negli ultimi minuti arrivano spesso al canestro con Cambi agile al rimbalzo e preciso dalla lunetta. Si conclude la partita con un parziale meno amaro che recita 64-74.

Olimpia Legnaia Basket

Posta un commento

0 Commenti