Header Ads Widget

Basket Certaldo – Proget Impianti Olimpia Legnaia 86 – 80


La Proget impianti Olimpia Legnaia fallisce lo scontro diretto in chiave salvezza contro Basket Certaldo, arrendendosi dopo un tempo supplementare. Al netto di una validissima prestazione, lo spettro dei playout adesso si fa più vivido.
PROMOZIONE – PRIMA FASE – GIR. B / 11º GIORNATA
Domenica 8 Gennaio 2023 @ PalaCanonica
CERTALDO-OLIMPIA LEGNAIA 86-80 DTS
(21-16, 40-34, 63-52, 76-76, 86-80)
CERTALDO Santangelo 26, Castracani 10, Gianfortone 8, Ciardi 5, Fratini 2, Bonini 12, Conforti 6, Corsi 6, Arifi 5, Maremmi 4, Ceccarelli 2, Ciampalini ne. Coach: D’Angelo
PROGET IMPIANTI OLIMPIA LEGNAIA Macchia 25, Cambi 18, Carli 12, Gerbi 9, Masi 9, Jakoberaj 7, Mori, Taccetti, Bellucci, Fantoni ne, Frosini ne. Coach: Deza Linares Ass. Lupori
Parziali: 21-16, 40-34, 63-52, 76-76, 86-80.
Arbitri: Innesti di Ponsacco (PI) e Filippelli di Livorno
Primi possessi di gara estremamente equilibrati con le squadre volte a studiarsi. Apre le danze un particolarmente ispirato Carli al quale dà adito, poco dopo, un preciso Macchia dalla distanza. Il tiratore giallo-blu sarà spesso cercato dai propri compagni in veste di rifinitore sfruttando le suo ottime percentuali al tiro. Stessa legge per quanto riguarda un altrettanto efficace Santangelo, miglior realizzatore per Certaldo, nonché l’uomo che avvia, con la sua tripla, il primo tentativo di portarsi a distanza per i padroni. È grazie a Cambi ed alle sue incontenibili azioni sotto le plance che i legnaioli restano comunque attaccati a fine primo quarto sul risultato di 21-16. Dopo pochi minuti della seconda frazione, Certaldo si riporta subito a +8 grazie alla sua guardia Bonini e mantenendo di fatto il vantaggio per tutto l’arco del quarto. È ancora Macchia a togliere le castagne dal fuoco con due triple: una a tre minuti dallo scadere e la seconda proprio sulla sirena: si conclude dunque un primo tempo ricco di emozioni e capovolgimenti di fronte con i ragazzi di coach Deza Linares che danno comunque l’impressione di potercela fare al netto dei già troppi liberi sbagliati (con quest’ultimi che diverranno un fattore). Saranno tuttavia i padroni di casa i veri protagonisti al rientro dagli spogliatoi. La terza frazione li vede tornare avanti con un parziale costruito grazie anche all’ottima intensità offensiva che libera a canestro ora Castracane ora Gianfortone. I giallo-blu rimangono attaccati al treno grazie anche all’ottima presenza sotto canestro di Carli, ottimo a rimbalzo, e di capitan Mori, capace ad innescare ancora gli inserimenti di Cambi e le bombe di Macchia. Gran parte del vantaggio per Certaldo viene mantenuto anche nell’ultima parte di match. Tuttavia i legnaioli, senza forzare la giocata, approfittano di alcune situazioni per rosicchiare progressivamente punteggio raccogliendo poi i frutti grazie alla precisione del cecchino Macchia e della fisicità di Cambi, autore del canestro del + 4 a soli due minuti dallo scadere. I padroni di casa non cessano di crederci ed all’ultimo secondo di gara riescono a pareggiare i conti con il canestro di Bonini che batte in palleggio l’avversario ed appoggia a canestro, strozzando, di fatto, il grido di vittoria della panchina giallo-blu. Si arriva dunque al primo supplementare. Una manciata di minuti per decretare il vincitore i quali premiano la squadra di casa che, alla lunga, prevale approfittando di una minor stanchezza. Jakoberaj ci prova con un’ottima azione concretizzata ma è soltanto il canto del cigno di una partita conclusa sul punteggio finale di 86-80.

Olimpia Legnaia Basket Firenze

Posta un commento

0 Commenti