Header Ads Widget

Serie C Gold: mission impossible per il Bama Altopascio a Cecina


La sventurata, in tutti i sensi, sconfitta casalinga col Don Bosco Livorno ha lasciato strascichi nefasti. Come nefasto, in tutta onestà, è stato il pessimo arbitraggio. Salazar due giornate di stop, una giornata a coach Pistolesi che però sarà regolarmente in panchina. Dulcis in fundo Marco Creati, nella convulsa ultima azione con il canestro sbagliato del fratello, è crollato a terra per una forte distorsione. Ne avrà per minimo due settimane. La speranza è di riaverlo nel match casalingo contro Valdisieve. Nel frattempo ci sono due incontri proibitivi da affrontare. Il primo domani sera ore 21,15 a Cecina, contro il team locale attualmente secondo in classifica. Una nobile che ha frequentato per anni la serie B e che dopo la retrocessione della scorsa stagione é intenzionata di tornare immediatamente in alto, quantomeno in quella sorta di purgatorio che sarà rappresentato dal prossimo campionato interregionale. Il roster è illegale per la C Gold. A partire dal play Bruni, fosforo e tecnica da sempre ai piani di sopra, per proseguire con il principale terminale offensivo Turini (16,7 a gara), gli esterni tiratori Pistillo, Guerrieri e Puccioni. Ed i lunghi Pistolesi, Bracci e, soprattutto, Fattori, 35 anni con un pedigree a base di tanta serie B ed A2. Nelle ultime gare infortunato. Il Bama ha l’unico vantaggio di non aver nulla da perdere e di considerare un’eventuale sconfitta un destino ineluttabile. Affrontare il match senza due elementi cardine del roster fa sconfinare un eventuale blitz nel campo dei miracoli. Ma tant’è, occorre giocarsela fino in fondo. Dopo Cecina ci sarà Siena (sponda Virtus) in trasferta, altro top team. Dopo sarà il turno di alcune gare dove “culo mangia pigiama”. A Cecina arbitreranno Agnorelli ed Ardone.

Bama NBA Altopascio

Posta un commento

0 Commenti