Header Ads Widget

Un grande cuore non basta al Gesam Gas e Luce Lucca: Campobasso viola il PalaTagliate


Gesam Gas e Luce Lucca: Pellegrini ne, Cappellotto, Treffers ne, Natali 12, Tulonen 3, Parmesani 2, Bocchetti 5, Miccoli 16, Valentino ne, Gilli 5, Frustaci e Morrison 7 Allenatore: Luca Andreoli
La Molisana Magnolia Campobasso: Narviciute, Togliani 2, Kacerik 2, Trimboli 2, Quinonez 9, Milapie 8, Perry, Battisodo ne, Nicolodi 9 e Parks 20 Allenatore: Domenico Sabatelli
Arbitri: Stefano Wasserman, Fabio Ferretti e Massimiliano Spessot
Note Fuori Milapie per raggiunto limite di falli con 3’00’’ da giocare nel quarto quarto e Miccoli con 0’15’’ nell’ultimo quarto
Punteggio: 49-52(18-12, 33-30 e 38-43)
Il 2022 del Gesam Gas e Luce Lucca si chiude con una sconfitta, 49-52 il finale, contro una Molisana Magnolia Campobasso che riprende la propria marcia in zona playoff dopo tre sconfitte consecutive. A far pendere la bilancia dalle parte delle ospiti ci ha pensato la grossa intensità difensiva nel secondo tempo dalle giocatrici di Sabatelli, arma vincente in una gara dove sono crollate le percentuali al tiro negli ultimi 20’. Per Lucca, out l’infortunata Treffers, si è ripetuto lo spartito della partita persa, sempre in volata, per mano della Passalacqua Ragusa. Alle biancorosse, con le rotazioni ancora, non sono stati bastati i 16 punti di Miccoli, gli 11 di Natali e il contributo dalla panchina fornito da Gilli, 5 punti e 10 rimbalzi. Tra le ospiti da segnalare la doppia doppia di Parks (20 punti e 17 rimbalzi) e le prestazioni dell’ex Nicolodi e Quinonez. Con Kourtney Treffers ai box per un problema al ginocchio destro, Lucca schiera in quintetto Tulonen, Miccoli, Parmesani, Natali e Morrison. Campobasso replica con Milapie, Perry, Kacerik, Parks e Trimboli. Promettente l’avvio del primo quarto da parte delle locali, trascinate da un’ispirata capitan Miccoli. La lunga triestina è la grande protagonista dell’11-2 inaugurale, con la gradita collaborazione di Natali e della tripla di Morrison, grazie ai suoi sei punti. Immediato il time-out chiesto da coach Sabatelli. Minuto di sospensione che ha l’effetto di una scossa per le ospiti, capaci di rientrare sotto nel punteggio sul 13-12 per effetto della classe di Parks, seconda miglior marcatrice della Serie A1, e dei tagli sottocanestro dell’ex Nicolodi. La conclusione vincente dall’arco di Tulonen consente a Lucca, oltre che confermare una buona percentuale realizzativa da tre (42,9% nei primi dieci minuti), di andare chiudere il quarto iniziale sul 18-12. Nel quarto successivo a scattare meglio dai blocchi è Campobasso, capace di ricucire lo svantaggio con uno 0-6 di parziale. Due punti in precario equilibrio di Sara Bocchetti riportano per un attimo davanti Gesam Gas e Luce, prima che Robyn Parks si prenda la scena. Una tripla della guardia americana e un gioco da tre punti (canestro più libero supplementare) fanno volare Campobasso sul 20-24. Lucca, dovendo sopperire al gap a rimbalzo con tanta intensità, resta aggrappata alla partita: una “bomba” di Caterina Gilli, elemento che sta trovando una discreta continuità di rendimento uscendo dalla panchina, vale il 27-26. I tiri liberi, non sempre la mira delle biancorosse risulta precisa (11/15 all’intervallo lungo), permettono al team di Luca Andreoli di andare al riposo sul 33-30. Al rientro dagli spogliatoi, polveri bagnate per i rispettivi attacchi: complessivamente saranno 16 i punti in 10’. Chi fa meno peggio sono le ospiti, con Giuditta Nicolodi sugli scudi. Lucca fatica maledettamente a trovare la strada del canestro, impresa riuscita solo alla tripla di Natali e al bel movimento sotto le plance di Miccoli. In questa fase di pochezza qualitativa anche canestri sporchi, vedi quello di Milapie, pesano tantissimo. Meritevole di annotazione il disperato ripiegamento difensivo di Bocchetti che impedisce due punti agevoli alla ben più prestante Quinonez. Con un possesso di svantaggio, 38-41, le biancorosse arrivano all’ultimo quarto. Il duo Parks-Milapie (costretta poi a uscire con 3’00’ sul cronometro per raggiunto limite di falli) spinge la Molisana sul 42-50, per il massimo vantaggio di serata. In un match dall’alto contenuto agonistico, l’unico canestro della serata di Francesca Parmesani cerca di riaccendere la fiammella della speranza di Lucca. Il fuoco aumenta dopo la tripla di Bocchetti per il 47-50. Sia la cestista partenopea che Morrison, altalenante la sua serata, cercano di prolungare la sfida al supplementare ma i loro tentativi dall’arco si infrangono sul ferro. L’1\2 ai liberi di Parks consegna l’ottava vittoria stagionale a Campobasso.

Basket Le Mura Lucca

Posta un commento

0 Commenti