Header Ads Widget

Con tutto il cuore che c'è, il derby è gialloblu!


Nella partita più difficile e più attesa l’Abc Solettificio Manetti sale in cattedra: 88-80 il finale al PalaBetti contro l’Use, il derby è gialloblu. Non è mai una partita come le altre, non lo è mai stata. Contro tutti i pronostici, contro tutti gli infortuni ma, soprattutto, contro la prima della classe, l’Abc Solettificio Manetti porta a casa la sfida più sentita, quella che si attendeva da nove, lunghissimi anni. Al PalaBetti va in scena uno spettacolo bellissimo, non solo in campo ma anche in tribuna: Abc-Use finisce 88-80. Una vittoria che vale tanto, tantissimo. Non soltanto per la classifica, non soltanto perchè è il derby, ma anche e soprattutto perchè è strameritata. Da qualunque punto di vista la si guardi. Con rotazioni ridotte all’osso ormai da tempo, con Belli e Delli Carri ancora costretti a soffrire dalla tribuna, Walter Angiolini e i suoi ragazzi tirano fuori una forza immensa. Cuore, orgoglio, volontà, consapevolezza di doversi spingere oltre i propri limiti. Proprio là dove questi ragazzi sono riusciti ad arrivare, spinti da un pubblico meraviglioso sugli spalti. Nove anni dopo il derby resta a Castello. Bentornata Abc.
LA CRONACA
Quintetti
Abc: Corbinelli, Nepi, Pucci, Scali, Cantini
Use: Quartuccio, Mazzoni, Giannone, Rosselli, Sesoldi
Con il pubblico delle grandi occasioni a scaldare l’atmosfera esattamente come nove anni fa, il botta e risposta dall’arco tra Giannone e Corbinelli inaugura con le scintille il derby più atteso. Ed è un proprio un Corbinelli inarrestabile quello che tiene in scia i gialloblu sul primo tentativo di fuga empolese, mettendo a segno una decina personale che vale il 10-10 a metà frazione (tra parentesi, finirà con 6/6 da tre). Sulla nuova parità a quota 14, la tripla di Pucci segna il primo vantaggio locale, a cui però Rosselli mette subito una pezza riportando la sfida in perfetto equilibrio. Il tap-in di Mazzoni ristabilisce il +4 per gli ospiti, finchè la penetrazione di Pucci manda tutti al primo riposo sul 22-26. Si riparte con Nepi che tiene a contatto i gialloblu, e mentre gli attacchi salgono in cattedra sia dall’una che dall’altra parte, la gara si fa effervescente in campo e sugli spalti, con le squadre che procedono a braccetto: 31-34 dopo quattro giri di lancette. Sulla tripla di Sesoldi che spinge l’inerzia dalla parte dei biancorossi (31-37), la difesa castellana alza l’intensità e recupera palloni pesantissimi, senza però riuscire a capitalizzare in fase offensiva. Così Use, che fa pesare i propri centimetri nel pitturato nonchè le maggiori opzioni tecnico-tattiche a sua disposizione, prova a decollare toccando la doppia cifra di vantaggio con Rosselli (35-45). Ci pensa Pucci, a fil di sirena, a chiudere il parziale sul 37-45. Gli ex Scali e Corbinelli accendono la ripresa per il nuovo -3 gialloblu (42-45). La risposta empolese, però, è puntuale ed arriva a firma Rosselli e Giannone, che in un amen piazzano il contro break costringendo coach Angiolini al time out sul 42-51. Le disattenzioni difensive castellane permettono alla squadra di Valentino di riportare il vantaggio sulla doppia cifra, finchè le triple di Cerchiaro e Rosselli provano a dare il via alla fuga biancorossa (45-62). Il doppio affondo castellano a firma Nannipieri e Scali tiene in scia l’Abc, ma Use resta in controllo: 57-65 alla terza sirena. All’inizio del rettilineo finale il fallo antisportivo di Calabrese manda in lunetta Nannipieri che è glaciale, seguito da un Cantini chirurgico dalla media distanza e dalla penetrazione di Nepi che porta a spasso la difesa biancorossa ribaltando completamente l’inerzia: 65-68 al 33′. Subito dopo, però, arriva la tegola del quinto fallo personale di Cantini, mentre Malkic fa gli straordinari sotto le plance e costringe anche Giannone al quinto personale. Un’azione da tre punti di Nepi vale la parità a quota 68, ed arriva a suggellare un parziale di 11-3. Quartuccio rompe gli indugi empolesi ristabilendo un possesso di vantaggio per gli ospiti, seguito dal 2/2 di Sesoldi dalla lunetta su cui coach Angiolini ferma il gioco: 68-73 a metà frazione, tutto da rifare. Al rientro, Nannipieri su rimbalzo offensivo tiene incollati i gialloblu e la tripla di Malkic manda in delirio il PalaBetti: 73-73 al 36′, time out Use. E’ proprio il n.00, però, a dover subito dopo lasciare il campo per raggiunto limite di falli, tanto che l’Abc giocherà gli ultmi tre minuti con il solo Scali a difendere l’area. Lo stesso Scali che dalla lunghissima distanza timbra il sorpasso sul 76-74 con 120 secondi sul cronometro, seguito dalla tripla di Nepi che manda a fuoco il PalaBetti: 79-74. Quando parte l’ultimo giro di lancette si gioca sul fallo sistematico, e stavolta l’Abc non si lascia sorprendere: freddezza, testa, cuore. Suona la sirena: 88-80. Ci abbiamo creduto, ce l’abbiamo fatta. Finalmente Abc.
ABC SOLETTIFICIO MANETTI – USE BASKET 88-80
Abc Solettificio Manetti: Malkic 10 (2/4,1/2), Rosi ne, Lazzeri (0/0, 0/0), Lilli ne, Corbinelli 21 (6/6, 3/5), Pucci 10 (3/4, 2/7), Merlini ne, Viviani ne, Scali 15 (1/2, 4/8), Nepi 20 (2/3, 3/7), Cantini 2 (0/0, 1/3), Nannipieri 10 (2/4, 4/5). All. Angiolini. Ass. Mostardi, Calvani.
Totali: 18/37 (49%) da due, 12/31 (39%) da tre, 16/23 (70%) ai liberi.
Use Basket: Giannone 12 4/7, 1/2), Regini ne, Baccetti 7 (1/1, 1/2), Sesoldi 11 (3/5, 1/4), Rosselli 16 (3/6, 3/5), Fogli ne, De Leone ne, Mazzoni 11 (4/6, 0/1), Quartuccio 5 (2/4, 0/2), Tosti ne, Calabrese 5 (0/1, 1/3), Cerchiaro 13 (2/3, 3/9). All. Valentino. Ass. Elmi, Cappa.
Totali: 19/33 (58%) da due, 10/28 (36%) da tre, 12/14 (86%) ai liberi.
Parziali: 22-26, 37-45 (15-19), 57-65 (20-20), 88-80 (31-15)
Arbitri: Chiarugi di Pontedera, Montano di Siena.

Camilla Trillò
Ufficio Stampa
Abc Castelfiorentino / Basket Castelfiorentino / Gialloblu Castelfiorentino

Posta un commento

0 Commenti