About

Breaking News

Credici ancora Golfo!


Ultimo appello per i gialloblu, ultima speranza per continuare ad inseguire un sogno Dopo una partita giocata ad un’intensità pazzesca, il primo fattore da valutare per capire che partita sarà questa gara quattro, sarà giocoforza, chi riuscirà a recuperare meglio dal punto di vista fisico, l’enorme dispendio di energie. L’età gioca ancora a favore di Piombino, ma Ruvo con l’organico lunghissimo che ha, può permettersi di far giocare giocatori come Mazic, scarsissimamente impegnato in questo ultimo periodo, o Diomede anche lui in via di recupero dai problemi fisici, ma non certo stanco, o Traini, che saltata gara tre per un leggero infortunio, è molto probabile che sarà in campo. Per il Golfo può però essere un arma in più, quella rabbia apparsa sui volti dei giocatori a fine partita, per una sconfitta giunta dopo aver accarezzato a lungo la possibilità di vincere. Se poi la difesa di Ruvo non riuscisse a ripetere l’intensità di venerdì sera e le polveri bagnate dei tiratori gialloblu si asciugassero, tutto sarebbe ancora possibile. Pur considerando la forza degli avversari, difficile credere che i gialloblu, possano continuare a esprimersi molto sotto i loro livelli nel tiro dalla distanza, come è accaduto nelle ultime due uscite. Se è vero che l’attacco non ha reso come ci si sperava, Piombino sostenuta da un tifo eccezionale, ha però difeso egregiamente, ma non sarà facile ripetersi a certi livelli, quindi ci vuole più efficacia nella fase offensiva per sperare di tornare in Puglia mercoledì. I gialloblu hanno ancora una carta da giocare in questa difficilissima sfida e certamente non rinunceranno a giocarsela, hanno fatto già soffrire una Ruvo, che forse sperava in un passaggio più semplice del turno e proveranno a farlo ancora, sospinti da una tifoseria ed un pubblico eccezionale, che con loro soffrirà e gioirà e magari perché no, anche dopo la sirena. E allora come cantano i tifosi, “Forza Golfo noi ci crediamo!!!”

Basket Golfo Piombino