Il Drago e la Fornace in trasferta a Firenze

Intanto fanno festa le ragazze del Costone impegnate nel campionato Uisp che si aggiudicano il titolo regionale
Dopo la splendida vittoria casalinga riportata contro il Jolly Acli Livorno, il Drago e la Fornace è intenzionata domenica pomeriggio (ore 18,15 PalaMarcellino) a piazzare un tris di vittorie provando a espugnare il campo della Florence Firenze, squadra in salute che ha stravinto nello scorso turno a Figline V.no contro il Don Bosco (49-73). Le ragazze di coach Fattorini viaggiano in questo finale di campionato con il morale alto, anche se consapevoli di essere ormai tagliate fuori dalla zona play-off. La 5^ posizione con 22 punti è da considerare comunque di tutto rispetto; Firenze insegue a 2 punti e intravede dunque la possibilità di aggancio. Dirigeranno l’incontro Panicucci della sez. di Pisa e Natucci della sez. di Lucca. Chi invece è davvero al settimo cielo, è la formazione del Costone Uisp che si è laureata campione regionale sconfiggendo in gara 3 la Dinamo Montecatini con il risultato di 38-27, bissando così il successo dello scorso anno. Una vittoria strepitosa, frutto del gioco corale espresso dalle ragazze di coach Nucci che hanno condotto la gara per tutta la sua durata. Partono subito forti le senesi che chiudono il primo quarto sul punteggio di 14-4, grazie a un'ottima difesa a zona. Le costoniane proseguono dettando le sorti del match grazie a un’ottima intesa che manda a segno quasi tutte le giocatrici a referto. Le termali provano a rifarsi sotto nell'ultima frazione, ma le costoniane non si lasciano intimidire e chiudono vittoriose la gara. Questo il tabellino della formazione senese: COSTONE SIENA: Graziani 9, Rossi, Grassi 4, Carli 1, Kasynets 3, Cecchini 3, Bozzi 5, Borri, Sensi 2, Tarso 5, Gallerini 6. All. Nucci.

R.R.
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento