Bama mai in partita, Firenze (83-58) in surplace

PINO DRAGONS FIRENZE 83
BAMA ALTOPASCIO 58
(24-14; 50-25; 69-39; 83-58)
Arbitri: Landi e Luppichini
FIRENZE: Neri, Marotta 5, Merlo 15, Borsetti, Verrigni 10, Filippi 10, Passoni ne, Goretti 8, Biagini 7, Poltronieri 18, Forzieri, Zappia 10. All. Del Re
BAMA: Poggetti, Lombardi, Pantosti 7, Canciello 3, Orsini, Baroncelli 32, Cappa, Bini Enabulele, Meucci 4, Lazzeri 8, Bonari, De Falco 4. All. Novelli
Eh sì, la coppa é una cosa il campionato un'altra. Che il debutto a Firenze fosse una sorta mi "mission impossible" lo si sapeva. Ma sarebbe stata una "mission impossible" anche fare peggio di quello che il Bama ha combinato in terra gigliata. Non tanto per ciò che riguarda il risultato che, salvo miracoli, era scontato in partenza. Nemmeno per l'approccio molle e confusionario che ha subito spianato la strada ai padroni di casa. Quello che ha sconcertato é stato un nervosismo costante che rischia di essere pesante per il futuro rosablu. Tecnici in campo, in panchina, antisportivi come se piovesse hanno fatto da fil-rouge per il Bama al Palacoverciano. Un antisportivo tragicomico affibbiato a Cappa reo di aver dato una ... nasata al gomito avversario (farà accertamenti al naso in settimana) ma per il resto sacrosanti. Con in più l'espulsione a Orsini, in evidente difficoltà vista la settimana senza allenamenti per lavoro, per somma di fallo tecnico ed antisportivo. CIliegina sulla torta altra espulsione a Baroncelli, per un fallo di reazione. Per entrambi c'é il pericolo, anzi per il secondo la certezza, di mettere a rischio anche la prossima, o le prossime gare, vista la sicura squalifica. Sforzandosi di trovare il bicchiere mezzo pieno, sempre ammesso che si trovi il bicchiere, buono l'impatto di Pantosti, l'unico a mostrare "garra charrua" all'inizio con tre palloni rubati, di cui due finalizzati, nel primo quarto e di un volitivo Lazzeri che ogni gara si mostra sempre più meritevole di maggior spazio e fiducia. Ci sarebbe, ahimé, da commentare la prova stellare di Baroncelli, che é stato per lunghi tratti tutto il Bama in attacco, con 32 punti in 28 minuti, 5 su 9 da due punti e 7 su 8 (!!!!) da tre.Una prova da "shot-machine" come detto macchiata in modo pesante dall'altrettanto pesante espulsione. Riguardo alla gara poco da dire: prime tre azioni ed i fiorentini, che hanno rinunciato a schierare Passoni, infilano tre triple con praterie a disposizione su giochi, in teoria, studiati a video appena 22 ore prima. Il Bama ha mani freddissime e perde palloni per troppa superficialità, con il solo Pantosti a rispondere e far canestro su azione. Entra Baroncelli e subito inizia il suo show al tiro. 24-14 e si accende un lumicino, subito spento da una seconda frazione che é un calvario. Bama doppiato all'intervallo (50-25). Ripresa e Novelli schiera un quintetto senza guardie vista l'espulsione di Orsini. Firenze gioca bene e quando sbaglia prende comodi rimbalzi in attacco. +30 al terzo fischio, il Bama si riavvicina, si fa per dire, a -22 con De Falco che imbecca due volte Meucci e Baroncelli che non sbaglia mai. Ma Poltronieri, Merlo e Goretti riallungano per il +30 al terzo fischio (69-39). Ultima frazione e c'é spazio per i giovani che si sbattono, lottano, prendono e danno botte. Tenendo a freno la lingua, sgomitando a rimbalzo e abbassando le gambe in difesa. A volte possono essere i giovani ad indicare la retta via.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento