La Gea vince la battaglia di Certaldo e festeggia il Natale consolidando il primo posto

Conforti Certaldo-Gea Basketball Grosseto 61-70
CONFORTI CERTALDO: Giannelli 6, Basili 2, Barbieri 16, Zampacavallo 4, Faso, Borgianni 12, Calvani 2, Ciampalini, Guainai, Cantini 15. All. Marco Baldini.
GEA GROSSETO: Bocchi n.e., Zambianchi 10, Perin 20, Romboli 8, Morgia 6, Furi 8, Ricciarelli 3, Santolamazza, Gruevski n.e., Roberti 15, Tattarini. All. Pablo Crudeli.
ARBITRI: Matteo Barbanti di Livorno e Davide Martini di Porcari.
PARZIALI: 19-12, 36-31, 51-46, 61-70.
NOTE: espulso Zampacavallo a 5’14 del 4° t; tecnico a Crudeli e Baldini.
Colpo della Gea Basketball Grosseto che espugna il campo del Conforti Certaldo (70-61) al termine di una partita durissima, decisa solo nel finale. Opposti ad una formazione accreditata di sette vittorie casalinghe di fila, i ragazzi di Pablo Crudeli hanno conservato il primato solitario nel girone A con una bella prova di carattere e grazie ad un ultimo quarto straordinario, con un parziale di 24-10, dopo essere stati sotto nel punteggio per 36 lunghissimi minuti. Quella che si è giocata sabato sera è stata una vera battaglia senza esclusione di colpi, con un espulso, falli tecnici alle panchine e una serie inifinita di decisione sbagliate, da una parte e dall’altra, di arbitri che non sono apparsi assolutamente all’altezza di un duello così importante, tra la prima e la seconda in classifica. Il Certaldo, trascinato da Barbieri (suoi i primi sei punti dei locali) e Cantini, ha messo subito la testa avanti, mentre la Gea, tenuta a galla dalle due bombe di Dario Romboli, ha faticato a trovato il solito ritmo e la precisione che ha permesso di diventare la capolista. I fiorentini, all’intervallo lungo con cinque punti di vantaggio, sono riusciti a spedire i grossetani anche a -11 nel corso del secondo tempo ma Perin, il miglior realizzatore dell’incontro, e il resto del quintetto biancorosso sono riusciti a recuperare arrivando anche a -2 nella terza frazione, ma la Virtus Certaldo è riuscita sempre ad allungare, conservando un vantaggio variabile tra i sei e otto punti. I molti errori al tiro, qualche rimbalzo offensivo concesso di troppo e disattenzioni nel gioco, non hanno consentito al Grosseto di essere brillante come in altre occasioni. Il coach Pablo Crudeli ha cercato di dare direttive dalla panchina, di ruotare i giocatori a disposizione, ma i risultati si sono visti solo nell’ultimo quarto quando i locali cominciavano ad assaporare un aggancio in classifica. Santolamazza e compagni, dopo i canestri di Cantini, Borgianni e Zampacavallo, che ha firmato il 59-51, si sono trovati a dover recuperare sette punti. La Gea, con 5’44 da giocare, ha finalmente cambiato marcia, recuperando velocemente i punti di ritardo. La svolta è arrivata a 3’50 dal termine con una tripla di Jacopo Roberti, che ha regalato ai grossetani il primo vantaggio di tutta la partita sul 59-61. Il pressing sempre più efficace, le palle recuperate da Edoardo Furi e Lorenzo Morgia, hanno mandato in crisi il Certaldo che non ha più avuto la forza di reagire e il Grosseto, con un parziale di 12-2, ha conquistato la dodicesima vittoria di questo straordinario girone d’andata. La Gea festeggia così il Natale guardando tutti dall’alto e mettendo in cassaforte il titolo di regina d’inverno. Tornerà adesso in campo il 13 gennaio per confrontarsi, al Palasport di via Austria, con il fanalino Firenze Due.

Ufficio stampa Gea Basketball
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento