Scotti, niente scherzi

Domenica alle 18 al Pala Sammontana arriva la Iren Fixi Torino che ha gli stessi punti in classifica. Coach Cioni: "Si tratta di uno scontro diretto che vale molto più dei due punti. Dovremo riuscire a far fruttare la nostra maggiore profondità del roster". La storia di una società che quest'estate era a rischio iscrizione. Pericolo numero uno l'americana Lawrence

E' una di quelle partite cerchiate in rosso, una di quelle che non puoi sbagliare visto che è contro una squadra di pari valore. Domenica alle 18 arriva al Pala Sammontana la Iren Fixi Torino che ha gli stessi punti della Scotti e che, di conseguenza, è avversario alla portata. . Squadra che milita in A1 dalla stagione 2015/2016 ha attraversato questa estate una crisi profonda, tanto da ipotizzare addirittura un ritiro dal campionato. L'intervento degli sponsor Iren, azienda di produzione e distribuzione di energia elettrica, e Fixi, azienda di fissaggi meccanici, oltre che in prima persona del Sindaco Chiara Appendino, ha permesso alla società di superare i problemi economici e di essere così regolarmente al via. La Pallacanestro Torino venne fondata nel lontano 1959 dai coniugi Manfredi, due orologiai, e, tra gli anni '60 e '70 ha partecipato a diversi campionati di serie A assieme alla più blasonata Fiat Torino. Con un occhio da sempre di riguardo per il vivaio (4 titoli giovanili), è quest'anno gudata da coach Massimo Riga. Con la capitana Milazzo nel ruolo di play, ci sono poi la fortissima Kahlia Lawrence come guardia (stella della squadra, ex Wnba), la polacca Jasnowska come ala piccola e, sotto le plance, Trucco e Reimer. Un match con in palio punti pesanti, la Scotti è pronta.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento