Bama da standing ovation, surclassato il Don Bosco Livorno (93-69)

BAMA ALTOPASCIO 93
DON BOSCO LIVORNO 69
(28-14; 52-39; 76-53; 93-69)
Arbitri: BIancalana e Toscano
BAMA: Poggetti, Lombardi 5, Pantosti 8, Orsini n.e., Riccio 9, Baroncelli 32, Cappa 15, Bini Enabulele 8, Meucci 16, Bonari. All. Novelli
DON BOSCO: Cecchi 2, Muzzati, Creati 9, Calvi 6, Ense 12, Bonaccorsi 8, Stolfi 3, Fantoni 12, Bellavista, Korsunov 4, Paoli, Ceparano 13. All. Mori
Standing ovation per il Bama che, in piena emergenza, supera senza alcun problema il Don Bosco Livorno al PalaBridge di Ponte Buggianese. C'era molto timore per la fisicità dei ragazzi labronici che all'andata avevano messo a dura prova il Bama (blitz per 83 a 76). Tutti Atleti con l"A" maiuscola i ragazzi a disposizione di coach Mori, ma a dire il vero l'atletismo si é visto poco, anzi pochissimo, se non a sprazzi. Così come l'aggressività difensiva. E, ormai é risaputo, se concedi spazio sul perimetro ai tiratori rosablu, salvo giornate nefaste, finisci sommerso da uno tsunami di triple. C'era anche timore per le condizioni di Baroncelli, fermo ai box perché vittima di una forte contrattura alla schiena in settimana. Beh...possiamo dire che l'ala altopascese può essere dichiarato clinicamente guarito, visto che ha sciorinato una di quelle prove balistiche che solo lui e pochi altro possono permettersi in questa categoria. 32 punti in 33' sul campo con addirittura 8 su 11 dall'arco, con tiri impossibili e due triple sbagliate che hanno fatto il più classico degli "in & out". Ma tutto il Bama ha funzionato alla perfezione tirando col 56% da tre punti e accettando gli uno contro uno avversari con aiuti giusti al momento giusto. Avversari che invece hanno litigato col canestro dall'arco, rendendo più accettabili le percentuali solo nel "garbage time" dilatato degli ultimi 10 minuti. Ottima la prova anche di un Meucci chirurgico, di capitan Cappa: 15 punti all'intervallo, con allegato annullamento totale del suo avversario, rimasti tali sulla sirena perché al servizio della squadra. Del duo Lombardi (super difesa) e Pantosti (10 assist per lui), nonché di Bini Enabulele, 8 punti e 9 rimbalzi pesantissimi. Buono Riccio bravo a non forzare mai un tiro (3 su 7 dall'arco) ed a contrastare con esperienza in difesa la maggior fisicità avversaria. Tra gli ospiti buona prima parte per Fantoni, poi calato alla distanza, e della giovane guardia Ense nel finale. L'inizio vede un "pronti via" di marca rosablu. Pantosti ruba palla a Creati per l'appoggio, Cappa si mette la ... cappa ed inizia il suo lavoro ai fianchi avversari. Sul fronte opposto sono i jump di Fantoni a far male, ma il duo Baroncelli-Meucci provoca il primo strappo. Anche Riccio timbra dall'arco in transizione per il doppiaggio al primo fischio (28-14). Seconda frazione e sulle rotazioni il Don Bosco arriva due volte a -7 (45-38) ma un 7 a 1 rosablu sancisce il + 13 all'intevallo lungo. Terza frazione e 4 triple consecutive (Pantosti-Baroncelli-Meucci-Baroncelli) danno il + 22 (66-44). Lombardi va in zingarata e Bini Enabulele converte di potenza. E' Baro-show dall'arco (71-46) che diviene 76-53 sulla terza sirena. Ancora un "uno-due" dai 6,75 di Baroncelli dà il massimo vantaggio (85-58) a -7'02''. Coach Novelli toglie "the shot", poi capitan Cappa, Riccio e Meucci. Nel lunghissimo garbage time i labronici recuperano qualcosa ma il Bama non molla di un centimetro. Grande prova del collettivo rosablu.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento