Troppa Cesena per un Piombino non perfetto

I gialloblu come in gara due a Vicenza, commettono troppi errori, impossibile così battere Cesena
Per Piombino le semifinali dei playoff iniziano con la presa di coscienza di quanto sia forte Cesena. Una squadra che si può concedere il lusso di mandare in tribuna i 205 cm di uno dei migliori centri giovani della categoria, Michael Sacchettini e, anche in sua assenza, dominare nei giochi sotto canestro. Questa considerazione potrebbe già bastare per capire la portata della formazione cesenate. Piombino per vincere aveva bisogno della gara perfetta, massima attenzione in difesa e percentuali importanti in attacco e basso numero di errori, non è stato così. 81 punti subiti, con Cesena che viaggia costantemente sopra il 60% da due, Piombino che prosegue nel momento negativo ai liberi, con 15 su 23 e conferma l’unico dato negativo di stagione, le palle perse, che saranno 16. Nonostante questo i gialloblu, aiutati dal loro grande carattere, riescono più volte a rientrare nel match, ma mai a piazzare la zampata per girare l’inerzia della gara dalla loro parte. La gara parte in equilibrio nei primi minuti botta e risposta da una parte e dall’altra, Procacci risponde con una bomba al primo tentativo di fuga di Cesena, ma nel finale di quarto, la facilità degli ospiti a penetrare l’area piombinese, fa la differenza e con Papa protagonista. Cesena sale fino a più 8, con Piombino che sbaglia canestri non impossibili e perde un paio di palloni, ma un caparbio canestro di Riva, dopo due rimbalzi offensivi, chiude il quarto sul 15 a 21 per Cesena. Ancora due facili canestri da sotto di Papa e Brkic in avvio di secondo mandano a meno 10 i gialloblu, arriva però la prima fiammata di Piombino, bomba di Bianchi e canestri di Iardella e Mazzantini e poi due rubate, con contropiede e canestro, ancora di Mazzantini e Molteni, per il meno uno dopo 3’ del quarto. Piombino però non sfrutta il trend positivo e si ferma, inizia di nuovo a perdere palloni e a non segnare in attacco e prende un parziale di 12 a 0 in meno di 3’. Un fortunoso tiro da tre di Riva interrompe l’emorragia, Fratto accorcia con un due più uno a meno 9, ma poi i gialloblu non sfruttano un fallo, più antisportivo e successivo possesso, segnando solo 2 punti. Seconda rimonta mancata, dal possibile meno 2 si passa al più 9 Cesena al riposo lungo, 25 a 44. Alla ripresa il Golfo non concretizza l’ennesima occasione, dopo la bomba di Procacci ed il piazzato di Persico, che fanno infiammare il Palatenda, con due palle perse e i canestri di De Fabritiis torna lontano, a meno 9. Nel finale di quarto è Fratto che infiamma la tifoseria locale, con una bomba e due canestri da due tiene i suoi a distanza aggancio, ma un brillantissimo Trapani, pizza una bomba da grande dsitanza e con una penetrazione fulminea ricaccia Piombino a meno 10 all’ultimo riposo, 49 a 59. Nel quarto finale Piombino trova i canestri di Iardella e si riporta due volte sul meno 7 e difende meglio la sua area, ma le grandi risorse di Cesena gli permetteranno di risolverla col tiro dalla distanza che sistematicamente frustrerà ogni velleità di rimonta di Piombino. I gialloblu comunque, a 2’47’’ dal termine, con una rubata di Pedroni e successivo antisportivo, si riportano a meno 5 dai liberi, ma nella successiva azione, Procacci batte la difesa avversaria, ma quando il canestro sembra fatto, arriva una monumentale stoppata di Brkic. Piombino ha un’ultima occasione di riavvicinarsi, ma sul meno 7 a 1’50’’ dal termine, dopo rimbalzo difensivo, perde malamente l’ennesimo pallone e la partita si chiude qui, Papa piazza la terza bomba del quarto e Cesena vince 81 a 71. Andreazza lascia aperte le speranze per gara due, riconoscendo il grande impegno dei suoi ragazzi, che in un palazzetto tutto esaurito ed insieme ad un pubblico meraviglioso, che ha ricevuto gli elogi anche del coach avversario, possono ancora dire la loro. Allora appuntamento a gara due, martedì alle ore 21.00 per un altro spettacolo di tifo e di basket.
Solbat Basket Golfo Piombino - Amadori Tigers Cesena 71-81 (15-21, 20-23, 14-15, 22-22)
Solbat Basket Golfo Piombino: Alessandro Procacci 14 (2/9, 3/4), Francesco Fratto 13 (4/4, 1/4), Edoardo Persico 10 (3/6, 0/0), Alessio Iardella 9 (2/4, 1/5), Alessandro Riva 7 (1/3, 1/3), Camillo Bianchi 6 (0/0, 2/3), Saverio Mazzantini 5 (2/5, 0/1), Edoardo Pedroni 5 (1/1, 0/2), Tommaso Molteni 2 (1/2, 0/1), Nicola Carpitelli 0 (0/0, 0/0), Yuri Bazzano 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 23 - Rimbalzi: 35 9 + 26 (Alessandro Riva, Saverio Mazzantini 8) - Assist: 12 (Alessandro Procacci 5)
Amadori Tigers Cesena: Matteo Battisti 17 (3/5, 2/3), Antonio De fabritiis 15 (6/7, 1/4), Francesco Papa 12 (3/5, 1/1), David Brkic 11 (3/4, 0/3), Emanuele Trapani 10 (3/5, 1/3), Andrea Raschi 7 (1/5, 0/4), Matteo Frassineti 5 (2/4, 0/3), Andrea Dagnello 2 (1/1, 0/4), Massimiliano Ferraro 2 (1/1, 0/0), Filippo Rossi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Dell omo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 25 - Rimbalzi: 29 5 + 24 (Francesco Papa, Andrea Dagnello 6) - Assist: 13 (David Brkic 5)

Stefano Stefanini
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento