La Libertas fa il blitz a Carrara: 68-59 Livorno

Esordio positivo della Libertas in quel di Carrara. Partita nervosa, resa infinita da una coppia arbitrale che ha fischiato (da entrambe le parti, sia chiaro) una marea di falli e di tiri liberi oltre a tecnici e qualcosa come cinque o sei antisportivi. La partita è durata oltre due ore… Vantaggi casalinghi all’inizio. Poi dal 9-10 in poi (firmato da un jump di Bertolini) amaranto avanti. Carrara rintuzza e risorpassa poi dal nono del primo tempino LL prende il comando per non lasciarlo più. La mossa che ha fatto svoltare il match è stata quando coach D’elia ha piazzato l’alto Malvone (un 4) su Tealdi (un 2), fino a quel momento autentico iradiddio dalla lunga distanza. Avendo il cecchino con la vista “appannata” dalle lunghe braccia del barbuto giocatore amaranto, i locali faticano a trovare la via del canestro. Massimo vantaggio all’intervallo lungo (+14, tap in di Massoli) poi la partita diventa un susseguirsi di falli e tiri liberi con Carrara che rientra fino al -4 a 7′ dal termine e poi di nuovo -5 a 3′ dalla sirena. Niccolai e Buzzo fuori per 5 falli è Tellini con un canestro in penetrazione più fallo a scavare il solco definitivo. Partita in saccoccia ed è quello che contava. Ma c’è da lavorare sia in difesa che nell’esecuzione dei tiri liberi.
Audax Carrara- Opus Libertas Livorno 59-68 (15-18 – 26-40 -47-54)
Carrara : Tealdi 22 Menconi 11 Servadio 2 Leovino 12 Riccardi 10 Menicucci 2, Rocchi, Leporati, Alibani, Mezzani, Brizzi. All Cristelli
LL: Bertolini 10 Malvone 7 Tellini 13 Marini 8 Massoli 8 Niccolai 7 Lulli 6 Buzzo 9 Vivone, Perasso, Ciardi, Perondi. All D’Elia
Arbitri : Corso e Salvo di Pisa
Da segnalare la presenza di un bel pubblico con molti sbandati che hanno riabbracciato i vecchi amici indossando una maglia che parla da sola

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento