Domenica con Torrenova una partita fondamentale per il futuro

L'ultima partita del 2019 si prospetta come la più importante di tutto l'anno. Forse anche più della prima sfida playout del maggio scorso contro Siena, quella garauno ricca di insidie che avrebbe inevitabilmente indirizzato la sfida, in un modo o nell'altro. Ovviamente non stiamo parlando di una sfida da dentro o fuori, da ultima spiaggia. Ma di una partita che potrebbe costituire la prima pietra di un nuovo cammino, mettendosi alle spalle le 13 giornate precedenti e provando a costruire un nuovo percorso che porti verso la salvezza. Restano da giocare 16 partite, di cui 8 in casa, e proprio al Palaterme la squadra rossoblù deve iniziare a scalare una montagna che sembra ripida, ma che potrebbe presto livellarsi verso il basso. La squadra rossoblù ha maledettamente bisogno di una vittoria. Di un punto, di cinque, di venti, non importa di quale sia lo scarto. Ha bisogno di sapere che può tornare a vincere e che sa ancora vincere. Ha bisogno di credere nei suoi mezzi e ha bisogno di mandare all'esterno un messaggio forte e chiaro: noi siamo ancora qui, non ci arrendiamo, quello zero in classifica non ci spaventa. L'avversario di domenica è in gran forma: con l'arrivo del nuovo coach Tony Trullo, espertissimo di queste categorie, ha vinto tre delle ultime 4 gare disputate, e certamente avrà preparato questa partita in tutti i dettagli. Il giocatore da marcare a vista è l'oriundo Santiago Boffelli, un vero e proprio califfo, attenzione anche alla voglia di riscatto del grande ex D'Andrea e alla fisicità di Carlo Stella e Nwokoye. Ma anche loro dovranno stare attenti alla nostra voglia, alla nostra determinazione, alla nostra necessità di vincere la prima partita di campionato. Da domenica, chiunque dovrà fare i miracoli (sportivi) per batterci.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento