Le Mura Lucca doma la resistenza di Costa Masnaga

Gesam Gas e Luce Lucca: Jeffery 14, Azzi Ne, Jakubcova 10, Cibeca Ne, Bonasia 16, Ravelli 9, Farnesi Ne, Madera 4, Zempare 17, Smorto 3 e Gregori Allenatore: Francesco Iurlaro
Limonta Sport Costa Masnaga: Colognesi Ne, Villa 9, Rulli 11, Balossi, Baldelli 15, Spinelli 6, Frost 2, Allievi 3, Pavel 10 e Davis 12 Allenatore: Paolo Seletti
Arbitro: Valleriani, Lupelli e Bettini
Finale: 73-68
Parziali: 17-20, 32-33 e 55-49
Come avvenuto nella partita di andata, il Gesam Gas e Luce Le Mura Lucca suda parecchio nei due quarti iniziali prima di avere la meglio del Limonta Sport Costa Masnaga. Il 73-68 finale premia le biancorosse, capaci di imprimere la svolta al match grazie al tandem Bonasia-Zempare incamerando due punti preziosi in ottica classifica. Quattro cestite in doppia cifra per le locali, costrette a rinunciare a Vitari, Pastrello e senza, per la prima volta stagione, Alessandra Orsili accolta da tanti striscioni carichi di affetto da parte del pubblico di fede biancorossa. Jakubcova-Zempare-Ravelli-Jeffery-Bonasia è il consueto quintetto iniziale delle lucchesi, al quale coach Seletti contrappone Pavel, Frost, Davis, Baldelli e Villa. Ad uscire meglio dai blocchi sono proprio le rossonere che scappano sullo 0-5 con Pavel e la tripla di Baldelli, miglior marcatrice delle sue con 15 punti. La timida reazione della Gesam viene subito annichilita da Costa, brava ad allungare sul +7 grazie a Jori Davis. Iurlaro decide di schiarire le idee alle sue giocatrici chiamando un time-out senza ricevere, però, inizialmente sperati visto che il tap-in di Spinelli, una delle tante campionesse d’Europa Under 18 presenti nei roster delle due contendenti, e l’altra bomba da tre di Baldelli valgono il 10-18, massimo vantaggio per Limonta. Nel momento più difficile della serata Lucca si affida a una Batabe Zempare in grande spolvero, già 8 punti nel primo quarto, e la tripla allo scadere della sirena firmata Chucky Jeffery chiudono il parziale iniziale sul 17-20. Nel secondo quarto Le Mura, anche grazie all’ingresso di Smorto, trova quell’energia difensiva mancata ad inizio match, limita maggiormente le bocche di fuoco ospiti. L’ulteriore tentativo di allungo di Costa, dove la “baby” (classe 2004) Matilde Villa dimostra il suo grande talento con un match di livello, viene smorzato dal rocambolesco, frutto di tanta grinta, canestro da terra di Smorto. Nei momenti dove Bonasia rifiata in panchina, tocca a capitan Ashley Ravelli occupare la posizione di play-maker. Zempare e il libero mandato a bersaglio di Smorto valgono il primo vantaggio di serata di marca biancorossa. L’ultima parola prima dell’intervallo lungo, però, spetta alla Limonta che va al riposo in vantaggio sul 32-33 per effetto del canestro di Davis. Al rientro dagli spogliatoi Lucca cambia volto, trascinata da un’ottima Valentina Bonasia in cabina di regia, 16 punti a referto accompagnati da quattro assist. Il gioco da tre punti della play abruzzese, la presenza dirompente sotto canestro di Zempare e Jakubcova e il tap-in sotto misura di Madera valgono il 51-43. Questa volta tocca a Seletti fermare la partita, con capitan Baldelli che cerca di tenere in linea di galleggiamento le rossonere. La tripla dell’altra capitana di serata, Ashley Ravelli, vale il +11 sul 54-43, massimo vantaggio per le padrone di casa. Rulli prova a suonare la carica per Costa infilando quattro punte nei secondi conclusivi portano Lucca e Costa all’ultimo intervallo sul 55-49. I dieci minuti conclusivi vedono Lucca gestire con grande maturità il punteggio, permettendo alle lombarde, trainate da Villa, di rientrare soltanto sul -5. Il 6-0 di parziale griffato Bonasia sigilla il match. Decimo successo stagionale per la squadra di Iurlaro che consolida il proprio quinto posto nonostante l’impressionate serie di infortuni subiti.

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento