Serie C Gold: Cantini Lorano Srl Olimpia Legnaia – Prato 77 – 70

Sabato sera siete rimasti a casa a lavare il gatto con l’Amuchina? Avete fatto male. A parte il fatto che ora il vostro gatto vi odia, la cosa grave è che vi siete persi la bella vittoria che la Cantini Lorano SRL Olimpia Legnaia ha colto ai danni della Sibe Prato. Vittoria fondamentale.
SERIE C GOLD
Sabato 29 Febbraio 2020
OLIMPIA LEGNAIA 77
PRATO DRAGONS 70
PalaFilarete di Firenze
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Nardi 8, Verrigni 9, Rosi, Del Secco 18, Cioni 7, Bandinelli 19, Conti 4, Andrei 3, Mascagni 9, Cambi Matteo ne, Ridolfi ne, Susini ne. Coach: Zanardo Ass: Nudo e Frizzi
SIBE PRATO Danesi 18, Staino 12, Navicelli 6, Goretti 4, Pinna 6, Smecca 4, Berlic 15, Taiti 5, Zardo ne, Pacini ne, Manfredini Sisostri ne. Coach: Pinelli Ass: Fusi
Arbitri: Corso di Pisa e Nocchi di Vicopisano (PI)
Parziali: 17-15, 35-34, 56-54.
Classifica alla mano, questa era una partita molto importante, probabilmente la partita più importante della regular season, almeno per quanto riguarda l’Olimpia Legnaia. Con questa vittoria i gialloblu hanno aumentato il vantaggio sul nono posto, consolidandosi così in zona playoff. Non è stata una passeggiata, anzi. E’ stata una partita combattuta fin dal primo quarto e in equilibrio fino all’ultimo minuto di gioco. Dopo 5 minuti, sul 7-9, Legnaia esaurisce il bonus, ma Prato non ne approfitta. Importanti i cambi effettuati da coach Zanardo non appena Prato si porta avanti di 4 lunghezze: spazio prima a Bandinelli e Conti e poi ingresso in campo di Mascagni. Sono queste le mosse che consentono ai gialloblu di chiudere in vantaggio la prima frazione di gioco. Il secondo quarto si apre con un canestro favoloso di Conti dalla lunga distanza. Subisce pure fallo e realizza il conseguente libero a sua disposizione: un gioco da 4 punti. I gialloblu provano ad allungare, ma i Dragons non si perdono d’animo e recuperano dal 28-20 al 28-27 nel giro di un paio di minuti. Un Filarete pieno di gente ha la possibilità di vedere all’opera Berlic, giocatore dei Dragons che, anche in questa partita, ha fatto vedere ottime cose. Nel terzo quarto è Staino a guidare i suoi all’assalto, ma più i minuti passano e più il ritmo della partita si fa intenso. La storia è già nota: più il ritmo cresce e più l’Olimpia Legnaia si trova a proprio agio. Ora si difende veramente forte e spesso le squadre sono costrette a tirare all’ultimo dei 24 secondi a disposizione per ogni attacco. A 57″ dalla fine del terzo quarto, Conti commette il quarto fallo e con i due liberi conseguenti Prato si porta in parità: 54-54. Nel quarto quarto Bandinelli prende in mano le redini della squadra e nasconde la palla alla difesa ospite. Spesso e volentieri, quando la palla rispunta fuori è nelle mani di Del Secco che, libero sotto canestro, beffa i Dragons. La partita si decide su questo tema: l’incapacità di Prato di tenere a bada Del Secco. O meglio, di riuscirsi solo con il fallo. A 4’52” sul 60-60 rientra in campo Mascagni, a 3’54” Bandinelli mette a segno la tripla del 63-63 tirando da 9 metri. A 3’33” dalla sirena, altra tripla di Bandinelli, stavolta da 10 metri: 66-66. A 1’03” Nardi realizza la tripla del 73-68 e coach Pinelli chiama timeout. Troppo tardi, la partita ormai è decisa. Procuratevi il video di questa partita, perché è stata una delle più belle giocate al Filarete negli ultimi anni. Prossimo impegno dell’Olimpia: giovedì a Livorno nel turno infrasettimanale.

Olimpia Basket Legnaia Firenze
Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento