Il punto della situazione post covid-19, intervista al Ds Paolo Elmi

Dopo la possibilità di riapertura delle palestre per gli allenamenti con il protocollo sanitario che è stato reso noto dalla FIP, alcune società stanno ripartendo con gli allenamenti, nella maggior parte in ambienti esterni, mentre si valutano le varie opzioni per la sanificazione dei palasport e delle palestre. Il Basket Cecina sta valutando la situazione nel suo complesso anche con un occhio alla ripartenza della prossima stagione, sia per le formazioni senior che per quelle giovanili e minibasket. Ne parliamo con Palo Elmi, Direttore Sportivo della società.
Quale è la situazione attuale del Basket Cecina, anche alla luce dello spostamento della data finale per il “ricollocamento” della formazione di serie B che è stata spostata al prossimo 31 luglio ??
R – Non ci nascondiamo che l’epidemia causata dal Covid-19 ha trovato tutti impreparati sia per la rapidità con cui si è diffusa e sia per le conseguenze che ha provocato. Se da un lato possiamo definirci in qualche modo fortunati dal punto di vista del contagio, dall’altro siamo fra le società maggiormente penalizzate economicamente poiché le nostre risorse derivano quasi esclusivamente da proventi pubblicitari raccolti nel settore turistico ed in secondo ordine da quello commerciale. L’intera economia del ns. territorio si basa su questi settori che sicuramente, anche se ci auguriamo di no, faranno più fatica di altri a ritrovare una normalità.
Se a queste premesse aggiungiamo che la situazione è in continua evoluzione ed aggiornamento appare chiaro quali siano le difficoltà che ci troviamo ad affrontare in questo momento.
L’assemblea dei Soci si è già riunita più volte in queste ultime settimane ed ha prevalso la strategia di attendere ancora prima di decidere di un eventuale ricollocamento in un campionato Regionale, dandoci come scadenza il 15 di luglio per verificare soluzioni alternative. E’ evidente che il problema fondamentale sono le risorse economiche che ad oggi non ci sono. Non mancano certo alla Ns. società le competenze tecniche ed organizzative altrimenti non sarebbe stato possibile fare un Campionato di B Nazionale da 22 anni di seguito a questa parte, considerando che rappresentiamo un Comune di appena 28000 abitanti che si è dovuto misurare con: Siena, Bologna, Palermo, Torino, Roma, Milano, Ferrara, Firenze ecc…
Mancano i soldi !!!!
D -Come intende ripartire la società per la prossima stagione e quali sono le scelte per la formazione senior ??
R – Vogliamo ripartire sicuramente con il Mini Basket ed il Settore Giovanile, anzi cercando di migliorare il lavoro tecnico e fornire contestualmente un servizio sociale ancora migliore, nell’ottica di essere vicini ai ragazzi nella loro fase di crescita e formazione umana, collaborando ed affiancando gli Istituti Scolastici quando sarà possibile e sopperendo alle attuali carenze della Scuola nel campo sportivo. Carenze che ci auguriamo trovino soluzioni istituzionali e che vadano incontro alla realizzazione di un’attività motoria interdisciplinare e propedeutica al miglioramento delle qualità fisiche dei ragazzi specialmente nelle prime fasce di età. Per la categoria della formazione Senior ho già detto sopra ma, punto fondamentale, ripartiremo con tutti i ragazzi di Cecina eventualmente integrati, secondo la serie alla quale ci iscriveremo, da max due giovani Under provenienti da fuori e di sicuro valore .
In ogni modo il primo obiettivo è “ SALVARE LA SOCIETA’ “ , la serie a cui parteciperà la squadra Senior è un problema minore
D- Come si sta programmando la riapertura del PalaPoggetti e quali sono le prospettive per le palestre nella prossima stagione ??
R – Mi fa piacere comunicare che in questi giorni stiamo procedendo con la sanificazione del Palasport nell’ottica di riprendere l’attività già dalla prossima settimana. Stiamo valutando di fornire un servizio per Mini Basket e Settore Giovanile, che sarà assolutamente gratuito, nel periodo 15 giugno 31 luglio, con attività anche nelle ore antimeridiane cercando di fornire un servizio alle famiglie che con la chiusura delle Scuole si sono trovate in grande difficoltà.
Tempo permettendo per tale attività potremo usufruire del Campo all’aperto nell’area del Villaggio Scolastico recentemente ristrutturato.
Per il Palasport il Sindaco ci ha fornito garanzia di continuità nell’affidamento della gestione, purtroppo il programmato Bando di Gara per la riqualificazione del Pala Poggetti temo non sia di possibile realizzazione a breve termine.
Rimane fondamentale da settembre la riapertura della Palestra di Via Ambrogi senza la quale non sarà possibile svolgere il Mini Basket ma, è uno scenario che non vogliamo prendere in considerazione in questo momento. Naturalmente per la ripresa dell’attività dovremo attenerci al “Protocollo delle modalità di svolgimento degli allenamenti nelle disciplina della Pallacanestro“ emanato dalla FIP e che è attualmente aggiornato al 3 giugno 2020
D- Tutte le società stanno facendo i conti con la crisi compresa quella degli sponsor, che avrà delle ricadute negative non soltanto sul Basket Cecina ma su tutte le attività sportive in generale specialmente per le società più piccole. Come si intende affrontare questa situazione ??
R – Nei momenti di difficoltà dobbiamo essere bravi a cogliere anche le opportunità che questa situazione può generare, dobbiamo essere bravi a compattarci e fare squadra, rimetterci tutti in discussione e non aspettare aiuti da nessuno se non da noi stessi e dalla nostra forza. Dobbiamo essere innovativi nella continuità dell’attività che abbiamo svolte e della filosofia che è stata sempre la linea guida del Basket Cecina: lavorare fortemente nel settore giovanile utilizzando tecnici e preparatori atletici qualificati (i ns. lo sono estremamente), valorizzare i giovani per la prima squadra e programmare nei limiti che il bilancio consente.
D –Una possibilità di ricevere un aiuto concreto è anche quella della donazione del 5×1000 che si può fare senza costi per chi la effettua e potrebbe essere fatta da tutti quelli che hanno a cuore la pallacanestro a Cecina ed anche le famiglie dei nostri ragazzi.
R – Sicuramente anche quella della donazione del 5×1000 può essere un’opportunità che cercheremo di promuovere il più possibile, ma anche quella di far capire che pagare un biglietto o un abbonamento per assistere ad una partita della squadra Senior non deve essere visto come un affronto ma, al contrario un’occasione per aiutare una Società che in questo momento sta lottando strenuamente per andare avanti.
ANDRA’ TUTTO BENE, CE LA FAREMO ANCHE QUESTA VOLTA, FORZA BASKET CECINA

Share on Google Plus

About Redazione Sport

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento