About

Breaking News

Follonica, intervista a Paolo Cosimi coach Under 15 Regionale

Paolo buonasera, a 6 mesi dal tuo arrivo a Follonica è arrivato il momento di un primo resoconto che coincide con la fine della prima fase e l’inizio della seconda del campionato. Che tipo di gruppo hai trovato, quali sono le tue impressioni?
- Il gruppo è un ottimo gruppo sul piano umano dei ragazzi e questo mi ha consentito di lavorare molto e bene sugli aspetti tecnici in particolare su quelli in cui erano più carenti, pertanto ho deciso di mettere da parte la tattica se non per una minima traccia di gioco in attacco e una zona press da usare per pochi minuti in caso di bisognoe di concentrarmi molto sui fondamentali individuali e di squadra, sulle collaborazioni a 2 e a 3 per arrivare ad una difesa di squadra complessiva, sul tiro (anche se per il momento le% non ci danno il giusto riscontro fatto su quest’aspetto). In merito all’aspetto agonistico dei risultati il terzo posto della prima fase e l’accesso alla fase più importante non è stato ossessivamente cercato ma è stato il frutto del miglioramento progressivo del gruppo dato che l’obiettivo della società era il coinvolgimento reale di tutto il gruppo facendo giocare tutti. Il frutto finale di questo percorso è stata la vittoria nell’ultima della prima fase con la Gea Grosseto. Per la seconda fase inoltre avremo a disposizione Andrea Maiano, l’unico vero lungo della squadra, che ha di fatto saltato tutta la prima fase, che dovrà però inserirsi nel meccanismo della squadra in maniera progressiva.
Nella seconda fase il livello tecnico si alzerà e non ci saranno più partite “abbordabili”, come pensi che reagiranno i ragazzi a questa nuova situazione?
Per noi l’obiettivo non cambia, cioè la crescita di tutto il gruppo, chiaro che i ragazzi dovranno capire che per affrontare al meglio la seconda fase sarà necessario un ulteriore salto di qualità innanzitutto a livello mentale perché le partite saranno intense per 40’ e nella presenza continua e costante negli allenamenti per evitare alcuni passaggi a vuoto di concentrazione che si sono verificati nella prima fase proprio in partite che sembravano essere abbordabili, inoltre con la presenza massiccia agli allenamenti sarà più semplice affrontare alcune piccole varianti tattiche.
Quali prospettive di gruppo e individuali vedi in questo gruppo?
Difficile risposta, è un buon gruppo con molti elementi ancora in via di sviluppo fisico con alcuni che magari sono più indietro e che invece a settembre potrebbero presentarsi come uomini fatti e finiti. Ci sono alcuni ragazzi con un buon potenziale, l’importante che si continui con questa traccia di lavoro-indipendentemente da chi la porterà avanti- senza forzare tempi di crescita tecnica e completando possibilmente il percorso all’interno del settore giovanile fino all’Under 20 dato che spesso inserimenti precoci in prima squadra possono portare al blocco del miglioramento tecnico.
Con questa risposta, ci possiamo fermare dandoci appuntamento al termine della prima fase per un punto ulteriore della situazione, grazie Paolo.
-Grazie a te,Alessandro.

Alessandro Babboni
Addetto stampa ASD Follonica Basket