Header Ads

Attesa, voluta, meritata: a Sassari la prima vittoria esterna della Scotti


La squadra di Alessio Cioni vince in Sardegna trascinata da Chagas e Mathias. Una gara tenuta sempre in mano e vinta con un finale praticamente perfetto sia in difesa che in attacco. Assente Premasunac
Attesa, voluta, meritata. La prima vittoria esterna di questo campionato della Scotti arriva sul campo di Sassari per 67-77 ma, soprattutto, arriva con grande autorità. La squadra di coach Cioni (ancora impeccabile la sua gestione della gara) gioca una partita perfetta, tenendo per buona parte in mano le redini del gioco e venendo fuori nel finale trascinata da Chagas e la solita Mathias, davvero spettacolare. Il tutto senza Premasunac, ferma in panchina per un problema fisico e con una 'chirurgica' Baldelli i cui 9 punti arrivano sempre nei momenti decisivi. Anche se la strada è ancora lunga, questa in terra sarda può davvero essere la partita della svolta per la Scotti. In quintetto c'è Narviciute al posto di Premasunac e subito le americane Mathias e Smalls vanno a segno per lo 0-5 a cui Sassari ribatte con un perentorio 11-0 (6 punti di Fekete) che obbliga coach Cioni al timeout. La mossa produce effetto visto che Ravelli mette la sua prima tripla. E' però in difesa che la Scotti soffre, anche se Chagas dalla lunga firma prima il 15-11 e poi il 17-15. E' ancora dell'argentina la tripla del 20-20 con il quale le squadre vanno al primo riposo. Mathias da sotto firma subito il 20-22, imitata da Baldelli: 20-24. La Scotti stringe in difesa toccando il 21-26 con un punto subito in cinque minuti mentre Chagas continua a martellare: 25-32. La gara cambia copione nel finale di tempino. Arioli riporta a meno 3 la sfida, Sassari impatta a 35 e sorpassa sul 38-35, punteggio sul quale si va al riposo lungo. Baldelli dalla lunga agguanta Sassari a 40 e Chagas firma il sorpasso col suo 15° punto: 40-42. La Scotti prova a scappare con la difesa a zona e la scatenata argentina che mette il più 10: 46-56. Narviciute da tre tocca il massimo vantaggio sul più 11 (47-58) ed all'ultimo riposo si va sul 54-60. La solita Mathias mette il primo canestro ma Sassari torna sul 60-62 e coach Cioni va in timeout. Ravelli mette la tripla e Mathias dal post basso il 60-67. Al 5' siamo 64-69 e la gara entra nella fase decisiva. Smalls recupera a segna in contropiede il 67-71, la difesa non concede il canestro e Baldelli mette il 67-73 a 2' dalla sirena costringendo Restivo al timeout. Sassari non segna e la gigantesca Mathias firma gli ultimi, decisivi quattro punti. Vince la Scotti 67-77. 
67-77 
DINAMO SASSARI Calhoun 8, Arioli 16, Mataloni 4, Fekete 12, Burke 18, Costantini ne, Gagliuano ne, Cantone 9, Scanu ne, Pertile, Fara ne. All. Restivo (ass. Zucca) 
USE SCOTTI ROSA Smalls 13, Baldelli 9, Ravelli 11, Narviciute 2, Mathias 20, Ruffini, Premasunac ne, Lucchesini ne, Chagas 22, Manetti. All. Cioni (as. Cesaro/Ferradini/Giusti) 
Arbitri: Di Toro di Perugia, D'Amato di Tivoli, Marota di San Benedetto del Tronto 
Parziali: 20-22, 38-35 (18-15), 54-60 (16-25), 67-77 (13-17) 

USE Basket

Nessun commento

Powered by Blogger.