Header Ads

Juve Pontedera - Gas and Heat Cus Pisa 60 – 66 (15/19, 15/13,16/17,16/17)


Juve Pontedera : Lemmi, Orsini 19, Pugliesi, Redini E. 4, Chiarugi 10, Meucci A. 2, Barsotti, Redini M., Mencherini 6, Doveri 4, Meucci F. 13, Gasperini 2. All. : Giacomo Bandieri
Gas and Heat Cus Pisa : Fiorindi 4, Giovani 6, Italiano 21, Mangoni, Mori 2, La Sala 2, Lazzeri Alberto 14, Giannelli 2, Raimo, Benini 4, Quarta 11, Siena n.e. All. : Walter Angiolini
E’ finita con gli universitari pisani negli spogliatoi a festeggiare la vittoria cantando a squarciagola la mitica “L’Italiano” di Toto Cotugno in omaggio ad Andrea Italiano indiscusso match winner dell’incontro al di la’ dei 21 punti realizzati. E la soddisfazione appare legittima per essere stati in grado di portare a casa una vittoria in una trasferta difficilissima contro una Juve Pontedera ben attrezzata sia fisicamente che tecnicamente ed ottimamente disposta in campo da coach Bandieri. Entrambe le squadre si affacciavano a questo match venendo da due vittorie su altrettanti incontri e, quindi, ci tenevano a centrare l’obbiettivo del primo posto solitario. I gialloblù pisani si presentavano ancora una volta privi di due pedine fondamentali quali capitan Luca Siena ed Andrea Lazzeri e con un Francesco Fiorindi ancora limitato da alcuni problemi fisici. Ne è uscita una gara stilisticamente non bellissima ed assolutamente equilibrata, con gli universitari che hanno raggiunto nel terzo quarto il massimo vantaggio di 12 punti, ma con i padroni di casa che riuscivano sempre a colmare ogni divario riportandosi sotto fino agli ultimi minuti di gioco. I gialloblù mantenevano i nervi saldissimi terminando il match in controllo chiudendo con un vantaggio di sei lunghezze. Per il Cus una vittoria importante che mette in evidenza la maturità e la forza di un gruppo che anche in una giornata non eccezionale in attacco è riuscita a tenere gli avversari, pur dotati di giocatori di assoluto valore (su tutti Orsini, Meucci F. e Chiarugi) ad un punteggio basso riuscendo così a conquistare una vittoria sicuramente meritata. Ed un plauso va, in primo luogo, a coach Walter Angiolini che ha tenuto sempre ben salde le redini dal match non sbagliando una mossa e riuscendo, durante tutto l’arco dei 40 minuti, ad evitare che la squadra potesse avere pericolosi cali di tensione. Tra i singoli, oltre ad Andrea Italiano, MVP e top scorer dell’incontro, da elogiare anche l’ottima prova di Alberto Lazzeri ben distribuita nei 37’ di impiego totale e quella di Christian Giovani al debutto quest’anno dopo alcuni problemi fisici, bravo a farsi trovare pronto quando è stato chiamato in causa dal coach. Ma, come detto, al di la’ dei singoli da elogiare è il gruppo nel suo complesso. Un team all’interno del quale ognuno da’ il proprio contributo per l’obbiettivo comune offrendo sempre grande intensità agonistica ed impegno. L’auspicio è che si possa proseguire su questa strada anche nei prossimi impegnativi incontri, a partire da quello di domenica prossima quando il Cus Pisa tornerà tra le mura amiche per affrontare una U.S. Livorno, che vanta un ottimo organico e sarà particolarmente desiderosa di cogliere la prima vittoria stagionale. Una partita da affrontare con la massima attenzione per consolidare il primato solitario in un campionato di C Silver particolarmente breve, dove ogni partita può risultare decisiva.

Cus Pisa Basket

Nessun commento

Powered by Blogger.