Header Ads

Prima di campionato amara per il Basketball Club Lucca


Non è andata, diciamocelo subito, sapevamo contro chi avremmo giocato e conoscevamo la loro forza, è stata una partita giocata senza nascondersi, a viso aperto, di quelle che chi più segna vince, terminata 103/86, un punteggio che ricorda le più famose partite d’oltre oceano. Sicuramente per tutte e due le compagini ha avuto un ruolo importante la smania di giocare, sono trascorsi esattamente dodici mesi dall’ultima volta che abbiamo visto scodellare la palla a due, un fattore che ha impresso fin dal primo minuto un alta intensità di gioco. E’ Loni, l’ex di turno che accende il tabellone, nello spazio di un paio di minuti infila un canestro e i primi due liberi per il 4/0, la risposta bianco/rossa non si fa attendere e Simonetti accorcia da fuori area, 4/3. E’ l’inizio di un batti e ribatti quasi compulsivo, con i padroni di casa costantemente in vantaggio grazie alle sue cannoniere che portano il nome di Casoni, Fazio, Suliauskas, Loni, Kibildis, i loro break sono sempre decisi, forti, improntati a piegare i ragazzi di Tonfoni senza però riuscirvi. Il Bcl risponde sempre con tenacia, ma con qualche fallo di troppo che permettono allo Spezia, grazie ai liberi, di mantenersi ad una certa distanza dai lucchesi, a tenere botta per il Bcl è tutta la squadra, vanno a segno Spagnolli, Lippi, Russo, Barsanti, ma non è abbastanza per pareggiare i conti e il primo tempino si chiude sul 24/15. Seconda sirena e tutto riprende da dove si era lasciato, uno Spezia molto dinamico e aggressivo a cui è difficile stare dietro, costringono i ragazzi del Bcl a giocare a ritmi decisamente alti, ma nei bianco/rossi come si è detto prima non c’è timore riverenziale e se la vogliono giocare, un Barsanti e Lippi in crescita esponenziale, poi Russo, Pierini e Lombardi portano la formazione lucchese a tre lunghezze dal pareggio, poi un errore su un passaggio a 10 secondi dalla sirena offre la palla a Fazio che assolutamente non perdona, allungando di nuovo a più 5, il secondo quarto comunque si chiude con un ottima prova del Bcl 22/26 di parziale e 46/41 sul tabellone. Si torna in campo per la seconda parte della gara, il Bcl c’è, il gap di meno 5 che il tabellone segna è recuperabile, come si dice in questi casi “ forza siamo in partita” l’arbitro fischia e tutto riparte, ma bastano davvero pochi istanti per avvertire che qualcosa è cambiato, Kibildis da tre, poi Bolis, ancora da tre, Kibildis, Casoni Casoni, per il Bcl non sono a sufficienza le performances di Barsanti e Lippi. Il terzo quarto è un monologo spezzino, aiutati anche dai troppi falli fischiati, alla fine saranno 26 su 38 i liberi incassati dallo Spezia, con il senno di poi, sarebbe stato forse più opportuno cercare di rallentare il gioco per togliere un po’ di dinamicità agli avversari, il tempino si chiude con un pesante passivo 36/19 che proietta lo Spezia sul 82/60 dopo aver toccato anche un più 26. E’ difficile tornare in campo per l’ultimo tempino con addosso un cappotto di 22 punti sulle spalle, ma lo abbiamo detto, poi lo abbiamo detto di nuovo e ancora lo diciamo, al Bcl non manca la grinta, la voglia, la determinazione, sono giovani, devono crescere, formarsi e “smaliziarsi” un po’. Ad aprire le danze del quarto è Simonetti, a cui risponde Kibildis da tre, poi ancora i bianco/rossi di Tonfoni, con Barsanti e Lippi sugli scudi, chiuderanno l’incontro con un personale di 24 il primo e 26 il secondo, il tempino è tutto per il Bcl che se lo aggiudica per 21/26, ma non basta, i punti persi nel black out del terzo quarto e i troppi falli concessi sono irrecuperabili, forse con ancora un quarto, ma la sirena inesorabilmente suona, finale a Spezia 103/86. Perdere non piace a nessuno, ma è nel conto, specialmente quando l’avversario è della caratura dello Spezia, una squadra che gioca quasi a memoria, rodata già da un paio di anni e che ha fatto pochissimi innesti. Comunque una cosa è certa, i ragazzi di Tonfoni non hanno paura di nessuno ed hanno grinta e determinazione da vendere, pagano lo scotto di essere una squadra nuova di pacca che deve crescere e formarsi, insomma di lavoro da fare ce n’è ancora tanto, ma il materiale su cui lavorare è buono ed il coach saprà come esaltarlo. Il prossimo appuntamento è casalingo, Domenica 7 alle ore 18:00 contro il Toscana Food Don Bosco, sarà possibile seguire la diretta streaming sulla pagine facebook del Basketball Club Lucca
Barsanti 24, Lippi 26, Spagnolli 6, Pierini 6, Di Sacco, Lombardi 6, Perfetti, Simonetti 8, Giovannetti 2 Russo 8, Piercecchi, Balducci
24/15 - 22/26 - 36/19 - 21/26
24/15 - 46/41 - 82/60 - 103/86

Basketball Cub Lucca

Nessun commento

Powered by Blogger.