Header Ads

C'E' UN #TIMEOUT ABC: Cosimo Lazzeri


Uno dei giovani che sta conquistando spazio, fiducia e sicurezza. “Abbiamo raggiunto un grande traguardo ma questo non deve essere un punto di arrivo”: parla Cosimo Lazzeri. Classe 2000, castellano, in gialloblu ha mosso i primi passi, è cresciuto ed è approdato in prima squadra. Uno di quei giovani su cui l’Abc Solettificio Manetti ha riposto speranze e aspettative e che in questa stagione sta maturando giorno dopo giorno acquistando fiducia e sicurezza, tanto che Paolo Betti lo ha più volte premiato mandandolo nella mischia già in quintetto. E lui ha sempre risposto presente all’appello, ma non solo: più di una volta si è preso la responsabilità di tiri pesanti quando la palla scottava davvero, e spesso e volentieri ha fatto saltare davanti allo schermo i tifosi gialloblu. Il carattere non si insegna, e lui ce l’ha. “L’impegno e la dedizione che ognuno di noi ha messo in campo fino ad oggi sono stati i nostri principali punti di forza – racconta Cosimo – sia in allenamento che in partita. Il tutto, ovviamente, con una grande compattezza del gruppo alla base. Giochiamo insieme da tantissimo tempo e ci conosciamo tutti molto bene, sia dentro che fuori dal campo. Siamo un bel gruppo di amici e questo ci aiuta nelle difficoltà”. Poi Cosimo passa ad analizzare la sconfitta di Prato, con cui l’Abc Solettificio Manetti si è congedata dalla prima fase di campionato. “Siamo partiti con meno energia e attenzione rispetto a loro, abbiamo sbagliato diverse cose in difesa e anche in attacco, nonostante i buoni tiri, non abbiamo fatto canestro, così il primo tempo lo abbiamo chiuso sotto di 20. Poi abbiamo aumentato l’intensità in difesa, ci siamo compattati e di conseguenza anche l’attacco ha iniziato a girare meglio, tanto che abbiamo toccato il +10. Sul finale, però, ci è mancata la lucidità per amministrare il vantaggio, probabilmente anche per colpa della stanchezza, alla terza partita in sei giorni e dopo la gara contro Agliana di appena tre giorni prima, a differenza di Prato che veniva da un riposo più lungo ed è riuscito a riaprire la partita Abbiamo sofferto molto loro i loro lunghi, nonostante gli sforzi di Scali e Pucci, anche per la mancanza di Pietro Cantini che speriamo di recuperare presto. Però, fortunatamente, la sconfitta non ha pesato sul passaggio del turno”. E proprio sul girone di Promozione che attende i gialloblu, Cosimo ha le idee chiare. “Si tratta di un traguardo che ovviamente a febbraio nessuno avrebbe pensato di poter raggiungere, quindi dobbiamo essere consapevoli dei nostri meriti. Allo stesso tempo, però, è chiaro che questo non deve essere un punto di arrivo, anzi. Da adesso in poi dovremo impegnarci ancora di più per riuscire a dire la nostra anche contro le squadre che ci attendono nella seconda fase, mantenendo sempre quella coesione, quell’entusiasmo e quell’aggressività che sono state alla base di vittorie importanti come quelle contro Agliana e Montecatini e che possono ancora regalarci delle belle soddisfazioni”.

Camilla Trillò
Ufficio Stampa
Abc Castelfiorentino / Basket Castelfiorentino / Gialloblu Castelfiorentino

Nessun commento

Powered by Blogger.