Header Ads

Non basta una grande prova a Castelfiorentino. Primo ko per la Endiasfalti


Si ferma a quattro vittorie la striscia positiva dell’Endiasfalti Agliana. La truppa di coach Mannelli infatti, dopo 15 giorni di stop, cade sul difficile parquet del PalaBetti sul punteggio di 101-96 dopo un supplementare. L’ABC Castelfiorentino, seppur con due partite in più in campionato, supera momentaneamente l’Endiasfalti Agliana in classifica salendo a 10 punti, a fronte degli 8 guadagnati sin qui da Cavicchi e compagni. Non c’è tempo per pensare a questa sconfitta ma c’è anzi l’occasione di rialzare subito la testa per Agliana. Domenica infatti si giocherà al Capitini la delicata sfida con la Viking Montecatini che potrebbe consegnare ai neroverdi la matematica certezza del passaggio alla fase “promozione”. Nei primi minuti è l’Endiasfalti Agliana a trovare la giusta quadra piazzando anche un +9 a metà primo quarto, che non riesce però a mantenere a lungo a causa dell’estrema precisione dalla lunga di Belli e compagni. Il secondo periodo è una partita di ping pong, in cui le due squadre si ribattono colpo su colpo col punteggio che resta in bilico per larghi tratti del match fino a quando Agliana, sopra di 9 sul finale di terzo quarto, non riesce a trovare l’allungo definitivo e permette Castelfiorentino di tornare in parità portando la gara all’overtime sul 90-90. Nei cinque minuti extra di gara si spengono sul ferro le speranze dell’Endiasfalti Agliana che si arrende 101-96 a favore dei padroni di casa dell’ABC Castelfiorentino. «Innanzitutto – esordisce coach Mannelli a fine gara - dobbiamo fare i complimenti a Castelfiorentino perché ha giocato una partita di altissimo livello e con un gran ritmo. Da parte nostra, invece, è mancata un po’ di lucidità nei momenti chiave del match; Castelfiorentino ci ha messo in difficoltà e alla fine le loro percentuali hanno pagato più delle nostre». «Abbiamo giocato periodi di buon basket – rimarca l’allenatore aglianese – e contro Montecatini dovremo ripartire da qui, mettendo a posto ciò che non ha funzionato a Castelfiorentino. Ci aspetta una partita importante e il nostro obiettivo, centrare i playoff, non è certo cambiano. Ai ragazzi ho detto che dobbiamo continuare a lavorare in palestra, di restare uniti e avere fiducia nei nostri mezzi perché stiamo giocando una buona pallacanestro: non c’è motivo per smettere di credere in quello che stiamo facendo». CRONACA Inizio pirotecnico e premonitore di quello che ci riserverà la gara, quello del PalaBetti. Castelfiorentino e Agliana partono con la quarta marcia inserita dalla palla a due e i numeri lo dimostrano. L’Endiasfalti trova per prima confidenza con la retina e dopo circa tre minuti si ritrova sul 5-14 con nove punti di vantaggio sull’ABC. I padroni di casa, poi, cominciano ad affidare sempre più spesso il pallone nelle mani di Belli (15 nei primi 10’) che trova con facilità il fondo della rete e tiene Castelfiorentino a galla, chiudendo con 32 a referto. Nei minuti finali di gara le difese continuano a traballare e due giochi da 3 di Daly e Rossi sono da antipasto ai canestri finali di Nieri e Ciciliano che congelano il risultato sul 33-35 dopo 10 minuti. Il secondo quarto è giocato nella sua interezza sul filo del rasoio. L’ABC Castelfiorentino trova subito il pari e da lì in poi comincia un’alternanza di canestri che sembra quasi scandita da un metronomo. Alle triple si risponde con i giochi da tre, e alle penetrazioni con gli appoggi da dentro l’area. Il primo break sembra poter essere a favore dei padroni di casa che, a circa 3 dall’intervallo, trovano il 49-45 con un canestro di Scali. Un altro botta e risposta tra Belli e Rossi produce il 54-54 con cui si va alla pausa lunga. Nella ripresa il copione rimane lo stesso per cinque minuti buoni. Castelfiorentino trova il vantaggio, Agliana accorcia. E così via. Questo sostanziale equilibrio perdura fino a quando Nieri non decide di piazzare due bombe, intervallate da una tripla di Scali, che permettono agli ospiti di allungare sul 64-69, che diventerà 64-73 a pochi secondi dalla sirena grazie ai canestri di Rossi e Salvi. Nel finale del periodo Agliana non sfrutta le basse percentuali dal campo dell’ABC e perde a pochi secondi dalla sirena una palla sanguinosa su una rimessa offensiva (67-73). L’Endiasfalti Agliana prova a gestire il vantaggio negli ultimi dieci minuti ma la grinta di Castelfiorentino cresce sempre di più. I neroverdi provano a mantenere le distanze ma un Belli versione deluxe continua a trovare la retina da ogni posizione e dopo 3’30” del quarto tempino trova la bomba del 76-76. Al novantanove bianco risponde il numero cinque neroverde, Andrea Zita, con la stessa moneta che porta Agliana sul 76-79 a 6 giri di lancette dal termine della partita. È sempre lui, nel finale, a stabilire la parità con due liberi di Zita a 18 secondi dalla sirena, che valgono il 90-90 e l’overtime. Sul più bello, l’Endiasfalti vede diversi tentativi fermarsi sul ferro del canestro prima della bomba realizzata da Daly che vale il 99-94. I neroverdi non mollano e si rifanno sotto però non basta per tornare ad Agliana con i due punti.
TABELLINO
ABC CASTELFIORENTINO– ENDIASFALTI AGLIANA 101 – 96 dts
Castelfiorentino: Belli 32, Lazzeri 3, Daly 19, Scali 16, Pucci 25, Cantini ne, Corbinelli ne, Talluri ne, Buti, Tavarez 4, Cicilano 2, Marrucci ne. All. Betti.
Agliana: Zita 16, Bogani L. 11, Rossi 26, Gherardeschi ne, Bogani M. ne, Razzoli ne, Covino ne, Nieri 22, Tuci 10, Cavicchi 5, Salvi 6, Cantrè. All. Mannelli.
Parziali: 33-35, 54-54 (21-19), 67-73 (13-19), 90-90 (23-17), 101-96 (11-6)
Arbitri: Frosolini di Grosseto, Landi di Pontedera.

Ufficio Stampa Pall. Agliana 2000

Nessun commento

Powered by Blogger.