Header Ads

SERIE C GOLD: AREZZO – CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA 57 – 61


Terzo successo consecutivo per la Cantini Lorano SRL Olimpia Legnaia che batte Arezzo al Palasport Mario Agata e si conferma seconda forza del Girone C, in cui la Virtus Siena, oggi vittoriosa a Montevarchi, viaggia a punteggio pieno.
SERIE C GOLD
Sabato 3 Aprile 2021
SBA AREZZO 57
OLIMPIA LEGNAIA 61
Palasport Mario Agata di Arezzo
AMEN AREZZO Ghini 7, Cutini 12, Rossi 2, Tenev, Pipiska 20, Giommetti 9, Provenzal 5, Calzini 4, Castelli, Marcantoni ne, Marroni ne. Coach: Milli
CANTINI LORANO SRL OLIMPIA LEGNAIA Cambi Matteo 13, Nardi 14, Rosi 3, Del Secco 8, Mascagni 8, Calugi 9, Spillantini 3, Andrei 3, Cioni, Pineschi, Cambi Marco ne, Susini ne. Coach: Zanardo
Arbitri: Marinaro Michele di Cascina (PI) e Matteo Landi di Pontedera (PI)
Parziali: 11-20, 21-34, 41-45, 57-61.
Partita dai due volti in quel di Arezzo per l’Olimpia Legnaia che domina il primo tempo per poi resistere alla sfuriata degli aretini nei secondi 20 minuti di gioco. Primo quarto spettacolare dei gialloblu che ci mettono poco a staccare la squadra di casa. A 6.57″ Mascagni mette la tripla del 5-8, poi è Nardi a segnare il +7 (5-12) a 5’32”, costringendo coach Milli a chiamare il primo timeout della gara. Ottimo, fin dalle prime battute, l’apporto di capitan Matteo Cambi, terminale offensivo di gran parte delle azioni d’attacco dell’Olimpia e presenza costante a rimbalzo. Dopo i primi 10 minuti di gioco Arezzo si ritrova sotto di ben 9 punti: 11-20. Nel secondo quarto coach Milli ordina la difesa a zona, come già aveva fatto nelle fasi finali del primo quarto. Una buona mossa, ma non sufficiente a cambiare l’inerzia della partita. A 6’52” grande azione personale di Mascagni: tiro, palla sul ferro, rimbalzo dello stesso Mascagni che segna e subisce anche il fallo: 13-26. Qualche problema al tiro, con basse percentuali in questa fase, un problema che accumuna le due squadre. Problemi non ne ha invece Nardi che nell’ultimo minuto mette la tripla del 19-34. Si va al riposo lungo sul 21-34 e l’inerzia della partita è tutta a favore dei legnaioli. Nel terzo quarto Arezzo fornisce una bella prova di carattere: gli amaranto difendono bene, sono più precisi al tiro e inizia a farsi rispettare sotto canestro, dove invece nel primo tempo Legnaia aveva dettato legge. Gran protagonista è Pipiska. A 5’21” l’ex giocatore della Rieker Komarno fa 1 su 2 ai liberi: 30-40 sul tabellone. Sempre Pipiska a 3’41” mette a segno i due liberi che riaprono la partita: 34-40. Ci pensano Andrei e Del Secco a tenere gli avversari a distanza di sicurezza: 41-45 a fine quarto. Quarto quarto al cardiopalma con Calugi che si fa valere nel tiro da 3 punti, ma il canestro che resterà a lungo nella memoria è quello di Nardi, a 6′ dalla sirena, quando il numero 13 gialloblu realizza una tripla da 10 metri e porta il vantaggio dell’Olimpia a +8 (50-56). Arezzo ha il merito di crederci fino alla fine, con Giommetti che si dimostra in più occasioni freddo nei momenti importanti. A 23″ dal termine, sul 53-59, Arezzo in uscita dal timeout trova un fallo e canestro di Pipiska che realizza anche il libero supplementare: 56-59 e padroni di casa ad un possesso di distanza, con Zanardo costretto a chiamare a sua volta timeout. Sulla rimessa successiva i gialloblu perdono palla, regalando 2 liberi a Provenzal: la guardia amaranto fa 1 su 2 e porta il risultato sul 57-59 quando restano 12″ da giocare. Allo stesso modo risponde Cambi, sul fallo sistematico degli aretini che a 4″ dalla fine, sul 57-60, hanno la possibilità di portare la gara al supplementare, ma la tripla di Pipiska si spegne sul ferro prima e nelle mani di Matteo Cambi poi, che a tempo ormai scaduto aggiusta il punteggio finale sul 57-61. Vittoria importantissima per l’Olimpia. Importantissima. Prossimo impegno per la Cantini Lorano SRL Olimpia Legnaia è la gara interna contro la Virtus Siena sabato 10 Aprile al Filarete.
PROSSIMA PARTITA
Sabato 10 Aprile 2021 ore 18:30
OLIMPIA LEGNAIA
VIRTUS SIENA
PalaFilarete di Firenze

Olimpia Legnaia Firenze

Nessun commento

Powered by Blogger.