Header Ads

Il Cus Pisa cede di misura con il Quarrata


GAS AND HEAT CUS PISA - DANY QUARRATA 70 -74 (19/18, 16/21, 17/18, 18/17)
GAS AND HEAT CUS PISA : Fiorindi 14, Italiano 19, Mangoni 4, La Sala, Giovani, Lazzeri Alberto 6, Lazzeri Andrea 4, Siena 9, Benini 10, Quarta 4, Giannelli n.e., All. Walter Angiolini
DANY QUARRATA : Biagi 9, Cannone 3, Cukaj 4, Magnini 2, Nesi 18, Riccio 14, Toppo 17, Vettori 4, Zaccaniello 3, Chiti, Nesi M., . All.Giuseppe Valerio
Il Cus Pisa perde sul filo di lana lo spareggio per il primo posto contro il Dany Quarrata che si trova così solitario sul gradino più alto della classifica, ancora imbattuto dopo 12 partite. Ma, pur nell'amarezza della sconfitta dobbiamo sottolineare che i gialloblù pisani escono da questo match con la consapevolezza di non essere stati di certo inferiori agli avversari. Ricordiamo infatti come solo a 45 secondi dalla fine ci sia stato il sorpasso decisivo degli ospiti con una bomba di Zaccaniello che portava il punteggio sul 70 a 72. Fino a quel momento il Cus Pisa aveva saputo ribattere bene ad ogni allungo di Quarrata riuscendo a mettere più volte il muso avanti sia all'inizio del terzo che del quarto tempino. Poi nel finale dell'incontro la maggiore lucidità e freddezza di Quarrata (squadra che non ha mai fatto mistero di puntare alla promozione) ed alcuni episodi sfortunati hanno fatto pendere la bilancia a favore degli ospiti ma siamo certi che gli universitari sapranno "vendere cara la pelle" nella gara di ritorno. Nelle fila degli uomini di Valerio partita super di Francesco Nesi risultato spesso immarcabile per i gialloblù e molto bene anche Toppo che, nonostante l'età ha classe ed esperienza da vendere ed questi livelli fa' la differenza. Tra le fila del Cus molto bene Francesco Fiorindi che oltre a dispensare assist e gioco per i compagni è risultato pungente anche in attacco, così come Italiano che, nonostante una difesa asfissiante ha messo a segno 19 punti risultando il miglior marcatore dell'incontro. Positiva anche la prestazione di Luca Benini contro il quale gli arbitri hanno "generosamente" concesso una difesa assai ruvida. Bene anche Mangoni che quando è stato impiegato ha dimostrato di tener bene il campo contro i quotati avversari. Quella che è andata in scena al Palacus è stata, insomma, una partita assolutamente equilibrata che con una maggiore intensità difensiva ed un pizzico di fortuna in più avrebbe potuto premiare gli universitari che dovranno far tesoro di questa esperienza resettando tutto e, sin da domani, riprendere il loro cammino in vista dei play offs già conquistati con largo anticipo. Prossimo appuntamento domenica prossima alle ore 18.00 con la difficilissima trasferta a Siena contro il Costone una squadra finalmente al completo esaltata dalla ultima sonante vittoria a Fucecchio per 93 a 59.

Cus Pisa Basket

Nessun commento

Powered by Blogger.