Header Ads

Il report della Libertas Lucca


Va in scena nella palestra della Cestistica Pescia l'ultima partita del girone A, che deciderà le posizioni con le quali poi si disputerà la fase ad orologio. Questa è la terza partita in 8 giorni per le pantere, e si presenta nella palestra avversaria con due risultati utili consecutivi contro i diretti avversari di Castelfranco, avendo quindi qualche vantaggio nella lotta per il famigerato terzo posto: una vittoria contro Pescia e la contemporanea sconfitta dei Frogs contro Altopascio, regalerebbe alla libertas il passaggio del turno. Obiettivo possibile ma non semplice, visto che la giovanissima Pescia si è dimostrata una squadra da dover temere, soprattutto tenendo conto del risultato dell'andata e della vittoria casalinga contro la corazzata RosaBlu avvenuta il weekend precedente. Con queste premesse non poteva che venire fuori una partita di grande intensità, come di fatto sono riuscite a creare le due interpreti. Il primo strappo della partita arriva subito nel primo quarto, con la Libertas che raggiunge già la doppia cifra di vantaggio, quando la difesa organizzata di Nalin per limitare i lunghi avversari comincia subito a dare i suoi frutti, soprattutto alla grande applicazione di Guidi, Puccinelli e Cecconi, che sarà una costante per tutta la partita. In attacco le (ottime) soluzioni del secondo tempo della partita d'andata, vengono ritrovate anche in questo match, con la differenza che qui le pantere sembrano essere in grado di portare a termine con punti ogni tentativo. Nonostante questo però la Cestistica è tutt'altro che morta, e alla sirena dell'intervallo il punteggio segna solo +4 per i biancorossi. Nel terzo quarto, che è sempre stato una condanna per le pantere in questa stagione, arriva invece un ulteriore allungo che porta i lucchesi ad un massimo vantaggio di 16 punti sui padroni di casa. È in questo frangente che Guidi sale definitivamente in cattedra e si trascina dietro tutto l'attacco della Libertas: avendo già chiuso il primo tempo in doppia cifra, aggiunge al suo tabellino personale altri 10 punti nel solo terzo quarto (28 finali per lui), causando quello che inizialmente poteva sembrare il colpo del k.o. definitivo. A 5 minuti dalla fine della partita però la Cestistica c'è e respira ancora, portandosi a - 7 dai biancorossi con una serie di parziali a favore. Qui però una tripla di Puccinelli in uscita dal time out rimette la partita nella direzione delle pantere che poi la gestiranno fino alla sirena finale.
Tabellini
CESTISTICA AUDACE PESCIA: Sodini G. 8, Ciervo E. 8, Gherardini M. 8, Ghera M. 7, Niccolai J. 6, Mariottini S. 4, Baragli L. 3, Alfieri T., Romoli D., Franchini T., Michelotti C., Romoli A.. All.re: Dari.
LIBERTAS LUCCA: Guidi S. 28, Cecconi L. 11, Puccinelli C. 8, Simonetti F. 5, Cattani A. 4, Sodini D. 2, Petri C. 2, Nieri D., Giusti E. ne, Mattei F. ne, Padreddii G. ne, Picaro G. ne. All.re: Nalin.
Con la notizia della vittoria di Altopascio su Castelfranco, la missione è compiuta: la Libertas è ufficialmente salva ancora prima della fase ad orogio, ed entra di diritto nella Poule di Qualificazione con 2 pt guadagnati proprio grazie a questa vittoria. Considerando lo scarto dell'andata, i biancorossi riescono a guadagnarsi anche il secondo posto in classifica, raggiungendo Pescia nei punti e superandola appunto con gli scontri diretti. Prossimo impegno prima partita della fase ad orologio, nuovamente contro Pescia, poi sarà la volta di Altopascio e finalmente seconda fase.

Libertas Basket Lucca

Nessun commento

Powered by Blogger.