Header Ads

U15Ecc Basket Donoratico - Canaletto La Spezia: 99-88


Basket Donoratico: Borla 2, Del Monte 2, Russo 9, Paoli, Ulissi 8, Pescucci, Pepaj, Gennai 10, Belli 11, Boldrini 16, Martinelli 39, Angiolini. All. Matteo Pio, vice Tommaso Pio.
Donoratico - Sarà la nostalgia del basket. Sarà l'entusiasmo. Saranno i primi caldi. Ma una partita così bella, così avvicente e così combattuta a Donoratico non la vedevamo da tanto tempo. Contro Canaletto La Spezia i gialloblu hanno centrato la terza vittoria su cinque uscite, confermando il terzo posto in classifica. Soprattutto però hanno dato seguito a quanto di buono fatto vedere contro la corazzata U.S. Livorno, tenendo testa ad una squadra forte e molto dotata offensivamente. Il match è corso sempre sul filo dell'equilibrio, trovando sorpassi e controsorpassi nei primi due quarti di gioco. Donoratico partiva forte con Gennai e Martinelli (in foto, 39 punti e 15 rimbalzi alla fine), pur con qualche difficoltà di troppo nel contenere l'offensiva ligure. L'ingresso di Boldrini consegnava fisicità e agonismo a gialloblu, bravi a sfruttare anche le "molle" di Russo e una bella iniziativa di Borla per chiudere il primo quarto avanti 22-19. La seconda frazione tuttavia era a trazione spezina, con i locali troppo disattenti in fase difensiva (24 punti concessi) e tenuti a galla dai canestri di Ulissi, Gennai e Martinelli e dalla difesa aggressiva di Pescucci. Al rientro dall'intervallo lungo (40-43 per Canaletto), Paoli e compagni serravano le fila. Guidati da un super Filippo Belli (11 punti, 8 rimbalzi e 7 recuperi), dalle incursioni di Boldrini (16 punti e 7 rimbalzi) e dai recuperi di Del Monte, Donoratico riusciva a conquistare un primo margine significativo e chiudeva il terzo atto sul 72-65. L'ultima frazione diventava così una battaglia segnata dalla stanchezza e dagli errori, eppure oltremodo avvicente e resa spumeggiante da una miriade di canestri. Canaletto infatti non mollava un centimetro e si rifaceva sotto, ma Boldrini, Russo e Gennai replicavano prontamente. Angiolini chiudeva bene il canestro, Martinelli era chirurgico dalla lunetta (6/6) e alla fine Donoratico poteva tornare a respirare, arrivando alla sirena conclusiva sul +11 (99-88). Una vittoria importante e fortemente voluta, forse la più bella tra le tre conquistate in questo mini girone. Una partita dal sapore agrodolce, che lascia la consapevolezza di non esserci potuti godere appieno un gruppo davvero speciale. Allo stesso tempo, la conferma di essere rimasti sulla strada giusta, grazie anche al lavoro di due coach davvero eccezionali. Adesso la prima di ritorno, con Pepaj e soci impegnati sul parquet di Lerici. Forza!

Basket Donoratico

Nessun commento

Powered by Blogger.